Le piazze valdostane ospitano questo weekend “Una mela per la vita”

La manifestazione dell'Associazione italiana sclerosi multipla che ha ottenuto l'alto patronato del Presidente della Repubblica. 320 mila i sacchetti di mele che verranno distribuiti in tutta Italia per raccogliere fondi per la ricerca scientifica.
Il taglio del nastro ad opera di Roberta Amadeo, Presidente nazionale dell'AISM nazionale
Società

Torna questo weekend anche nella piazze valdostane, “Una mela per la vita”, la manifestazione dell’Associazione italiana sclerosi multipla che ha ottenuto l’alto patronato del Presidente della Repubblica.

Con lo slogan “colpire la sclerosi multipla oggi è possibile” l’Associazione si ritroverà in tutte le piazze italiane per distribuire 320 mila sacchetti di mele, per un totale di oltre 4 milioni di frutti, fornite dalla Organizzazione di Produttori Apo Conerpo.

“Dedichiamo questa manifestazione alla ricerca scientifica
– sottolinea in una nota la Presidente della sede locale dell’Aism, Fiorenza Bisterzo –  l’unica arma per sconfiggere definitivamente la sclerosi multipla e ai giovani, le persone principalmente colpite dalla malattia. La manifestazione è una occasione per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla sclerosi multipla, sulle conseguenze che ha, in particolare, sui giovani e sull’impatto sociale: in Italia sono più di 2 miliardi i costi sociali annui della malattia.“ 

La sede locale dell’Aism che ha inaugurato lo scorso aprile il proprio centro riabilitativo offre alle persone affette dalla malattia servizi di supporto psicologico esteso anche ai familiari, attività ricreative e di socializzazione, telefono amico, servizi di trasporto con automezzi attrezzati, visite specialistiche, riabilitazione ambulatoriale e domiciliare. Per la realizzazione di queste attività sono impegnati diversi volontari e una volontaria del Servizio Civile.

“Cogliamo l’occasione di “Una mela per la Vita”  – aggiunge la Bisterzo – per invitare i cittadini a dedicare un po’ del loro tempo libero al volontariato: veniteci a trovare presso la nostra Sede. Le attività da portare avanti sono molte. Abbiamo bisogno di tutti voi."

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte