Nuova raccolta differenziata, al via gli incontri sul territorio. In arrivo anche il Piano rifiuti

Le categorie di raccolta da giugno diventano cinque: indifferenziata, carta/cartone, vetro, multimateriali (plastica e metalli che quindi non saranno più associati al vetro) e organico, che scatterà in questa prima fase solo ad Aosta e nella Mont Rose.
Presentazione incontri raccolta differenziata
Società

A poco più di tre mesi dal via alla riorganizzazione della raccolta differenziata dei rifiuti in Valle d’Aosta, prevista per il 1° giugno 2015, sono in programma alcuni incontri pensati dall’Assessorato all’Ambiente per illustrare le novità ai cittadini. "Saranno nove  – ha spiegato l’assessore regionale all’Ambiente Luca Bianchi – distribuiti strategicamente su tutto il territorio regionale: i cambiamenti sono diversi, mirati a semplificareil lavoro di differenziazione del cittadino e contemporaneamente migliorare la qualità della raccolta stessa".
 
Le novità, per la verità annunciate da tempo, riguardano principalmente le categorie di raccolta che da giugno diventano cinque: indifferenziata, carta/cartone, vetro, multimateriali (plastica e metalli che quindi non saranno più associati al vetro) e organico. "La raccolta di quest’ultimo – ha continuato Bianchi – scatterà in questa prima fase solo nel comune di Aosta e nella Comunità Monte Rosa, per poi essere adottata nel giro di un anno e mezzo dal resto della Valle". La modalità di raccolta dell’organico sarà "porta a porta", tranne che per il centro storico di Aosta dove saranno attivate sette ecoisole, con l’assegnazione di nuovi cassonetti condominiali e mastelli dedicati. E l’organico, che fine farà? "Verrà portato fuori Valle – ha continuato Bianchi – perchè attualmente non abbiamo un sistema di trattamento specifico. Questa prima fase ci servirà anche per capire la quantità di organico sulla quale tarare le scelte future in merito".   

"Con una raccolta differenziata di qualità i costi per i cittadini sul lungo periodo scenderanno – ha precisato Bianchi – anche se all’inizio le tariffe saranno inevitabilmente più alte". Situazione tra l’altro già evidenziata di recente dal dirigente del Comune di Aosta, Marco Framarin. A maggio, in ogni caso, è prevista una seconda fase di comunicazione. "Bisogna raggiungere dei livelli di differenziata e degli obiettivi di valorizzazione dei rifiuti – ha spiegato Ines Mancuso, dirigente dell’assessorato – oltre ad adottare delle misure per ridurre la presenza dell’organico nell’indifferenziata. Come indicato dal Consiglio regionale, inoltre, saranno introdotte premialità, penalizzazioni e tariffe diversificate". Ancora non è stato deciso però come queste saranno gestite. Entro fine mese l’ATI guidata da Ambiente sc di Carrara, vincitore dell’appalto, presenterà il Piano rifiuti che inizierà così il proprio iter di approvazione. "Contiamo di portarlo in aula a settembre", ha concluso Bianchi.

Il programma degli incontri

Auditorium di Pont-Saint-Martin il 2 marzo alle 21
Salone Le Murasse di Verres il 3 marzo alle 18
Sala Ex Londres di Chatillon il 9 marzo alle 18
Auditorium scuole medie di Villeneuve il 10 marzo alle 18
Auditorium scuola media Variney di Gignod il 16 marzo alle 18
Casa Ciamporcero di Gaby il 17 marzo alle 18
Auditorium scuole medie di Morgex il 23 marzo alle 18
Auditorium comunale di Quart il 24 marzo alle 18
Auditorium scuola Einaudi di Aosta il 30 marzo alle 18

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società