PromeRois: un viaggio attraverso le “crotte” della Veillà di Sant’Orso nel giorno dei Re Magi

Nell’iniziativa dell’Adava, i partecipanti saranno accompagnati dalle guide turistiche alla scoperta di personaggi leggendari interpretati dagli attori della "Féderachon di Teatro Populero”. L’appuntamento è per sabato 6 gennaio, all’Arco d’Augusto.
PromeRois 2018
Società

Si scrive PromeRois, si legge “passeggiata nelle cantine della ‘Veillà’ di Sant’Orso, alla scoperta dei Re Magi e della Befana”. L’appuntamento – organizzato dall’Adava, l’associazione degli albergatori e delle imprese turistiche della Valle d’Aosta, in collaborazione con la “Féderachon Valdotèna di Teatro Populero”, le guide turistiche e l’Office del turismo – è per sabato prossimo, 6 gennaio, all’Arco d’Augusto di Aosta, a partire dalle ore 15.30.

Nel “viaggio” attraverso le “crotte” della “Foire”, che verranno aperte per l’occasione, i partecipanti incontreranno diversi personaggi interpretati dagli attori della “Féderachon”, che renderanno vive alcune leggende e faranno in modo che l’evento possa essere particolarmente apprezzato dai bambini. Con l’aiuto di Maurizio Mombello, sono state elaborate diverse pièces, che pur rimanendo legate al francoprovenzale, saranno rese comprensibili a tutti.

Per partecipare a “PromeRois”, in cui saranno le guide turistiche ad accompagnare i visitatori nelle diverse cantine del capoluogo, è necessario iscriversi all’Office del turismo di via Porta Praetoria 3, oppure telefonare al numero 0165-236627. Le “partenze” dell’itinerario, all’Arco di Augusto, avranno luogo, sabato 6, alle 15.30, alle 18 e alle 21. L’evento chiude le attività proposte dall’Adava di Aosta per la stagione delle festività, che hanno visto come protagonista, nel centro cittadino, Babbo Natale con i suoi elfi.

“PromeRois” vuole porre anche, nel giorno in cui si festeggia l’arrivo dei Re Magi, una riflessione più ampia, di carattere etico. Ogni partecipante, infatti, dovrà portare un dono del valore di un euro, che scambierà con un’altra persona impegnata nel “viaggio” tra le “caves” del cuore di Aosta. Oltre agli oggetti scambiati, sono previsti – per le persone che si iscriveranno – premi ad estrazione (bottiglie, pernottamenti, serigrafie, biglietti per “Skyway”, giornalieri di sci ed altro ancora), messi a disposizione dalle varie attività che sostengono l’iniziativa di Adava.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società
Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte