Pubblicato il bando per il Cityporto, il via a settembre

Dall’11 maggio scorso è possibile inviare la domanda per partecipare alla gara di appalto per l’affidamento del servizio, in fase sperimentale, per una durata di 24 mesi, che gestirà il nuovo sistema di distribuzione urbana delle merci.
Corrente in Movimento
Società

Il progetto “Cityporto” è in dirittura di arrivo. Lo scorso 11 maggio, il bando di concorso per la gestione della nuova piattaforma logistica, che sorgerà presso l’area ex autoporto di Pollein, è stato pubblicato sulla gazzetta ufficiale. “Gli interessati avranno tempo fino al 20 giugno per presentare la domanda di partecipazione e poi, dopo una fase istruttoria, il vincitore avrà 45 giorni di tempo per attivare il servizio”.

Sull’iter burocratico che porterà all’entrata in funzione della struttura è intervenuto oggi l’assessore comunale alla mobilità, Stefano Borrello, nel corso di una tavola rotonda sulla mobilità sostenibile e la produzione di energia da fonti rinnovabili. “La base d’asta della gara per il servizio biennale – ha dichiarato l’assessore – è di 270 mila euro, oltre ai 5 mila euro per l’attuazione dei piani di sicurezza non soggetti a ribasso d’asta”.

In questo modo, l’amministrazione conta di allentare il traffico e il congestionamento di mezzi per le attività di carico e scarico merci nel centro, anche se inizialmente solo quelle non refrigerate. “C’è tanta attesa per questo progetto – ha sottolineato l’assessore – ma deve essere chiaro che non sarà possibile eliminare da subito la presenza di tutti i veicoli nelle vie principali. Comunque, è al vaglio la possibilità di creare delle isole logistiche per il fresco in zone perimetrali del centro di Aosta”.

Per il momento, secondo un primo sondaggio, aderirebbero all’iniziativa cinque dei sei corrieri interessati, per una copertura equivalente al 50% delle consegne dirette ogni giorno verso il centro di Aosta. “Ci sono comunque buone probabilità che, se la sperimentazione dovesse dare i risultati sperati – ha spiegato Borrello – si possa convincere anche il corriere rimasto (Bartolini, ndr), per poter così finalmente arrivare a servire in maniera capillare tutti gli oltre 700 esercizi del centro”.

Tra gli obiettivi dichiarati, oltre al riordino e allo snellimento del servizio di distribuzione, c’è anche la riduzione dell’inquinamento e dell’impatto ambientale. Motivazione che ha spinto la Regione a sostenere concretamente il progetto con l’iniziativa “Merci a impatto zero”, grazie alla quale tre furgoni alimentati a energia elettrica andranno a integrare la flotta di veicoli a metano in dotazione al futuro “Cityporto”.

Tre sono anche i mezzi della carovana del primo Giro d’Italia a emissioni zero, organizzato dall’associazione Corrente in Movimento, che hanno fatto tappa in Piazza Chanoux ad Aosta, questa mattina. “La nostra iniziativa vuole essere un punto d’incontro fra le comunità locali, il mondo della ricerca e quello della produzione – ha spiegato il Presidente dell’Associazione Corrente in Movimento, Francesco Petracchini – oltre che un’occasione per promuovere le piccole e medie imprese, le pubbliche amministrazioni, le università e i centri di ricerca che da anni contribuiscono a rendere il nostro paese più sostenibile”.

Guarda l’intervista con il Presidente dell’Associazione Corrente in Movimento, Francesco Petracchini e del pilota Francesco Fiortini.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società