Sospese alcune attività commerciali per violazioni fiscali

Anche in Valle d'Aosta si fanno sentire i primi provvedimenti di contrasto all'evasione fiscale. L'Agenzia delle entrate ha, infatti, disposto la chiusura di tre esercizi commerciali del capoluogo regionale e di un comune della...
Società

Anche in Valle d’Aosta si fanno sentire i primi provvedimenti di contrasto all’evasione fiscale.
L’Agenzia delle entrate ha, infatti, disposto la chiusura di tre esercizi commerciali del capoluogo regionale e di un comune della cintura di Aosta per non aver emesso gli scontrini fiscali.
Si tratta di un ristorante, di un fiorista e di un panificio che sono stati
sorpresi, per tre volte, a non rilasciare lo scontrino per importi superiori a 50 euro. Il provvedimento è stato emesso del direttore regionale dell?Agenzia delle Entrate.
Gli esercizi dovranno ora rimanere chiusi da tre a trecidi giorni. “La sanzione – fanno sapere dall’Agenzia delle Entrate – dipende dalla gravità delle violazioni fiscali e dal livello di recidiva del commerciante. Uno dei tre esercizi chiusi ha registrato oltre 10 verbali di contestazione.
Spetterà alla Guardia di Finanza sorvegliare sul rispetto della chiusura delle attività.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società