Successo di pubblico e commenti per la due giorni di Foire d’été

E' piaciuta ai valdostani e ai turisti la novità della due giorni di Foire d'Eté. Erano infatti in tanti sabato e domenica a curiosare fra i banchi degli espositori e ad affollare le varie iniziative nel cartellone della...
Società

E’ piaciuta ai valdostani e ai turisti la novità della due giorni di Foire d’Eté.
Erano infatti in tanti sabato e domenica a curiosare fra i banchi degli espositori e ad affollare le varie iniziative nel cartellone della manifestazione.

Il picco di presenze si è registrato in particolare sabato sera in occasione della prima notte bianca aostana apertasi con la rievocazione storica e con la corsa delle bighe e proseguita a suon di musica, fino alle tre di notte.

Nessun eccesso è stato registrato nella Veillà d’etsaten, ricorda una nota dell’Assessorato alle Attività Produttive, alludendo alle polemiche della vigilia sulla famigerata birra gratis, tra l’altro distribuita solo ai maggiori di 16 anni e solo un bicchiere a persona.
Partecipazione numerosa anche sul lato dei commercianti che hanno risposto ai vari appelli decidendo di non abbassare le serrande. “Ottimi animatori con le loro attività e le luci delle loro vetrine” li definisce il Sindaco di Aosta, Grimod.


?Ad incrementare il valore aggiunto della Foire d’Eté –
sottolinea l’Assessore La Torre hanno inoltre contribuito le iniziative coordinate dagli Assessorati regionali competenti in materia di agricoltura e cultura: i visitatori hanno aderito al programma di degustazione dei salumi e dei formaggi tipici accompagnati dai vini locali, hanno visitato La Filiera del Legno in piazza Narbonne esprimendo giudizi assolutamente positivi e hanno scoperto aspetti culturali ed archeologici della città di Aosta di notevole ricchezza ed importanza.?

10.000 le presenze registrate nei siti e negli eventi archeologici.
In particolare 2.800 gli ingressi al cantiere-evento di piazza Roncas; 1.450 le persone che hanno assistito alla pièce notturna teatrale; 3.499 gli ingressi al Criptoportico; 325 le visite al sito archeologico fuori Porta Decumana; 797 quelle nelle Chiese di San Lorenzo e Sant’Orso; 876 gli ingressi al Museo Archeologico Regionale. Oltre 2000 visitatori infine per le mostre “A bon droyt”, “Combat final” e “Antologia di Restauri”.
Riconoscimenti e ringraziamenti sono stati infine espressi da più parti agli artigiani, per la prima volta premiati con un riconoscimento per la partecipazione.


?Proprio agli espositori –
sottolinea l’Assessore La Torre – vorrei rivolgere un ringraziamento particolare per la celerità con la quale hanno saputo riordinare e ritirare, grazie al prezioso aiuto delle forze dell’ordine presenti, le loro opere, nel pomeriggio di sabato, per far sì che la Foire si cambiasse d’abito e che ‘La notte dell’artigianato in festa’ potesse iniziare.?

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società