“Tecnologia dannosa e nociva”: è il motto della Giornata mondiale contro l’incenerimento

Si celebra oggi, mercoledì 30 settembre, l'ottava edizione della giornata mondiale contro l'incenerimento. Anche Aosta ha aderito all'iniziativa con un banchetto in place de Franchises per informare e sensibilizzare la popolazione.
banchetto inceneritore
Società

Si celebra oggi, mercoledì 30 settembre, l'ottava giornata mondiale contro l'incenerimento. Anche Aosta ha aderito all'iniziativa con un banchetto in place de Franchises. Enza Autolitano, valdostana vicepresidente dell'associazione Diritto al futuro e Paolo Fedi, del Movimento Verde Alternativo erano presenti per dare informazione a tutti gli interessati.

Ma, da cosa nasce la necessità di una giornata contro l'incenerimento? "Perché è una tecnologia obsoleta e nociva – risponde la Autolitano – scelta solo dai governi deboli, come il nostro. E' forte l'influenza di lobbie che guidano spesso le scelte dei politici". Nel pieghevole dato dagli organizzatori si legge: "la letteratura scientifica afferma che bruciare rifiuti rappresenta uno spreco di risorse, se confrontato con i risparmi derivati dal recupero". Lo sbaglio, secondo l'Autolitano, starebbe alla base: "continuiamo a comprare e a consumare. Tanto poi bruciamo tutto".

Altro problema sarebbe la disinformazione "la gente il più delle volte non è che agisca in malafede, il fatto è che non è informata". L'obiettivo ultimo della giornata è di sensibilizzare le amministrazioni e la popolazione a puntare sul riciclaggio, sulla raccolta differenziata e percorrere, fino in fondo, le alternative di ogni forma di incenerimento, come torce al plasma, gassificazione e dissociazioni molecolari.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte