Torna a grande richiesta la “Dolce solidarietà”

L’appuntamento con la grande festa che abbina la degustazioni di torte, biscotti, gelati alla solidarietà è per domani dalle 15 alle 24, presso l’oratorio di via San Giocondo ad Aosta. La manifestazione si terrà anche in caso di pioggia.
Sagra del dolce
Società

Fare un’opera di beneficenza non è mai stato così piacevole. E poi, la consapevolezza di essere impegnati per una buona causa, permette di abbuffarsi senza sentirsi troppo in colpa per la linea. L’appuntamento da non perdere, per buongustai e benefattori, è domani pomeriggio dalle 15 alle 24, presso l’Oratorio del Centro San Filippo Neri di via San Giocondo (dietro la Cattedrale, nelle vicinanze dell’Istituto musicale), con la grande festa nel centro di Aosta che abbina la degustazioni di torte, biscotti, gelati e non solo, alla solidarietà.

Tra le novità di quest’edizione di “Dolce solidarietà”, organizzata dall’Oratorio Interparrocchiale del Centro, dalla Delegazione di Aosta dell’Accademia Italiana della Cucina, dal Centro Sportivo Educativo nazionale Vda in collaborazione con il CSV, la Fondazione Comunitaria della Valle d’Aosta e la Fondazione Sistema Ollignan, sarà la possibilità di cenare anche con carne alla griglia e formaggi, a fronte di un’offerta che sarà devoluta interamente in beneficenza.

Lo scopo dell’inizativa, rivolta in particolare ai giovani ed alle loro famiglie, è di trascorrere alcune ore insieme, lanciare alcuni messaggi di promozione della solidarietà e raccogliere fondi per alcune associazioni di volontariato impegnate sul territorio. In questo senso, il luogo della manifestazione non è stato scelto a caso: l’Oratorio da sempre è per i giovani un luogo di aggregazione e di educazione e per questa iniziativa vuole anche essere motore di promozione dell’impegno verso gli altri e di attenzione ai soggetti più in difficoltà.

“Speriamo in un’adesione massiccia da parte della popolazione valdostana – ha spiegato René Benzo, della Fondazione Sistema Ollignan, alla prima partecipazione – dato che i fondi raccolti durante la manifestazione saranno interamente devoluti non solo alla parrocchia ma anche a numerose associazioni ed enti, tra le quali l’Aido, Alice, Avalr, Cibo è salute, il Co.Di.Vda, la Di.A.Psi, la Lilt, l’Oratorio San Filippo Neri, la scuola dell’infanzia e la scuola primaria dell’Istituto suore San Giuseppe di Aosta, l’Uildm e Viola”.

Il Programma
Alle ore 15 è prevista l’inaugurazione della manifestazione e l’apertura ufficiale di “Mani in Pasta”, laboratori di pasticceria e gelateria, gestiti dai pasticcieri presenti guidati da Barbara e Mauro Morandin e rivolti a bambini. I pasticcieri partecipanti sono: Buzzi di Nus, Dolce Valle di Aosta, Mario di Courmayeur, Bertoncin di Châtillon, Chenal di Aosta, Davit di Aosta, Les Délices de la Valdigne di Morgex, il Paradiso dei Golosi di Cogne, Morandin di Saint-Vincent e Big Bar Gelato di Aosta.

Sarà presente anche l’Associazione italiana Celiachia Piemonte e Valle d’Aosta, con uno stand di dolci senza glutine: per l’occasione sarà allestista anche una buvette e all’interno della manifestazioni ci saranno divertimenti gonfiabili e uno spazio gioco per i bambini.

Alle ore 18 il programma prevede la Santa Messa in Cattedrale, mentre alle ore 19 sarà possibile cenare con carni alla griglia, salumi e formaggi. Alle ore 21.30 ci sarà l’estrazione dei biglietti vincenti della lotteria “Dolce solidarietà”. La serata sarà caratterizzata da alcune canzoni del cantautore valdostano Davide Mancini e dallo spettacolo, con le maschere veneziane, della “Bottega dei Sogni”. Infine ci sarà la premiazione da parte della Delegazione di Aosta dell’Accademia italiana della Cucina del pasticciere che ha preparato il miglior “Dolce della Solidarietà”, scelto da un’apposita giuria con successiva asta benefica.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte