Un operaio magrebino muore nel crollo di una soletta al Lidl

Non ha ancora un nome l'uomo magrebino che ieri pomeriggio intorno alle 18 ha perso la vita nel crollo del soffitto del supermercato Lidl alle porte di Aosta, chiuso per lavori di ristrutturazione. L'operaio, al suo...
Società

Non ha ancora un nome l’uomo magrebino che ieri pomeriggio intorno alle 18 ha perso la vita nel crollo del soffitto del supermercato Lidl alle porte di Aosta, chiuso per lavori di ristrutturazione.

L’operaio, al suo primo giorno di lavoro, stava gettando assieme ad un compagno il bitume su una soletta di cemento armato, prefabbricata, che ha ceduto all’improvviso, facendo precipitare i due operai da una altezza di circa tre metri.
L’altro operaio è riuscito a salvarsi, atterrando in piedi e riportando solo lievi ferite, il magrebino invece è caduto di schiena e una parte della lastra spezzatasi nell’urto gli ha schiacciato la faccia, sfondandogli la fronte.

La ditta edile torinese che aveva in subappalto i lavori di ristrutturazione del supermercato di via Croix Noire non ha saputo dare informazioni sull’uomo che si presume abbia un’età compresa tra i 30 e i 40 anni.
Nessun documento in tasca, solo qualche spicciolo e un cellulare, che gli inquirenti sperano possa essere utile per risalire all’identità dell’uomo.

Il pm Luca Ceccanti ha disposto il sequestro del supermercato che era chiuso dallo scorso 4 agosto per lavori di ampliamento.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società