Un valdostano su due non fuma, ma il vizio è sempre più diffuso tra le donne

Il 27% degli adulti della nostra regione è un fumatore. Il vizio è più diffuso tra gli uomini (32%), ma nell'ultimo quadriennio il trend segnala una crescita delle donne fumatrici, che per il momento in Valle si attestano al 21%.
Società

Il fumo uccide”. Le frasi che parlano di morte e tumori, stampate a caratteri cubitali sui pacchetti di sigarette, sembrano non aver sortito l’effetto desiderato sulle donne valdostane. Infatti, secondo i dati raccolti dal sistema di sorveglianza PASSI (Progressi delle Aziende Sanitarie per la Salute in Italia), il numero delle fumatrici in Valle d’Aosta è aumentato sensibilmente negli ultimi quattro anni.

Le cifre sull’abitudine al fumo nella nostra regione, diffuse oggi durante la presentazione di un evento promosso dallo Zonta Club per celebrare la Giornata mondiale senza tabacco, indicano che il 27% degli adulti con età compresa tra i 18 e i 69 anni, è un fumatore. Il 21%, invece, è un ex fumatore, mentre il restante 52% non ha mai fumato.

Il vizio è più diffuso tra gli uomini (32%) ma nell’ultimo quadriennio, secondo quanto dichiarato dall’assessore alla Sanità Albert Lanièce, "il trend segnala una crescita delle donne fumatrici, che per il momento in Valle si attestano al 21%". I numeri salgono prendendo in considerazione la classe di età compresa tra i 18 e i 24 anni (32%), le persone con una scolarità media inferiore (34%) e in quelle con molte difficoltà economiche (47%).

Il numero di sigarette fumate in media al giorno, è pari a 14: tra i fumatori, il 10,5% consuma più di un pacchetto al giorno, mentre circa il 4% è un fumatore occasionale.

Per fare fronte a questa crescita, l’Azienda USl della Valle d’Aosta ha attivato dallo scorso anno un “Centro trattamento tabagismo”, con lo scopo non solo di fare prevenzione, ma anche di portare avanti un percorso di terapia psicologico e sanitaria mirato. “Nel 2010 – ha spiegato il Direttore del dipartimento di prevenzione, Maurizio Castelli – le persone che hanno partecipato al trattamento sono state 90. Di queste, 70 hanno completato la terapia e circa 40 hanno smesso di fumare”.

Tra le attività promosse dall’assessorato regionale alla Sanità, per “prevenire e quindi lottare contro ciò che incide in maniera determinante sullo sviluppo di patologie cardio-vascolari e tumori”, sarà allestito uno stand informativo sui danni derivanti dal tabacco, con particolare attenzione alla salute della donna, in occasione della prima edizione della manifestazione podistica La Zontiana, in programma ad Aosta, domenica 29 maggio 2011.

Promossa dallo Zonta Club of Aosta, con lo scopo di diffondere la cultura della pratica sportiva, in collaborazione con l’Azienda U.S.L. eil Comune di Aosta, la gara non competitiva partirà da Piazza Chanoux alle ore 9, per affrontare un percorso cittadino di 5 km. La quota d’iscrizione è di 10 euro, che saranno interamente devoluti alla Fondazione M.Bonino Onlus per l’assistenza medica in Africa.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte