Unificazione dei Vigili del Fuoco valdostani, il Conapo formalizza la richiesta al Governo

"Riteniamo che un accordo quadro tra stato e regione per perseguire l’integrazione operativa e logistica tra i due corpi sia un occasione di risparmio di soldi pubblici" spiega il segretario regionale.
Società

Il Conapo, il sindacato più rappresentativo dei Vigili del Fuoco, va avanti sulla strada dell’unificazione del Corpo valdostano dei vigili del fuoco con il Corpo nazionale. Nei giorni scorsi la Segreteria regionale del Conapo Valle d’Aosta capeggiata da Simone Oliveri, unitamente al Segretario generale Conapo Antonio Brizzi ed al Responsabile dell’ufficio legale Conapo Riccardo Boriassi hanno incontrato al Ministero dell’interno, il Sottosegretario di stato Bocci, il Capo dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile prefetto Musolino ed il Capo del Corpo nazionale dei vigili del fuoco Giomi.

Nell’incontro il Conapo ha ribadito i motivi di riunificazione e ha chiesto interessamento politico e dipartimentale per la soluzione della questione. Dopo una seria, approfondita e proficua discussione durata oltre un ora, il sottosegretario Bocci si è dichiarato interessato ad approfondire la problematica, tuttavia evidenziando il rilievo costituzionale della materia e le peculiarità della Valle d’Aosta.

"Durante l’incontro – spiega la nota –  il Conapo, ben consapevole che l’eventuale riunificazione comporta tempi non brevi, ha anche chiesto che vi siano sin da subito incontri tra ministero dell’interno e regione Valle d’Aosta per verificare la possibilità di un “accordo-quadro” attraverso il quale andare a risolvere problematiche quali il reinserimento della Regione Valle d’Aosta all’interno del dispositivo di soccorso nazionale, la formazione professionale, gli acquisti dei DPI, la dotazione di software, la mobilità da e per il CNVVF, il ripristino della linea intranet, ecc., proposta che ha suscitato interesse in un ottica di risparmio, ottimizzazione delle risorse e maggiore efficacia del soccorso pubblico".

Nel pomeriggio il Conapo nazionale e valdostano ha incontrato anche il Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Giomi, al quale sono state rappresentate le medesime necessità e con il quale si è discusso di integrazione operativa.

"Siamo soddisfatti per l’attenzione che il ministero dell’interno ha riservato ai vigili del fuoco della Valle d’ Aosta. Riteniamo che un accordo quadro tra stato e regione per perseguire l’integrazione operativa e logistica tra i due corpi sia un occasione di risparmio di soldi pubblici e soprattutto di accrescimento dell’efficienza del soccorso pubblico sia in Valle che sul territorio nazionale in caso di calamità" sottolinea in una nota Simone Oliveri ricordando anche al presidente Rollandin che "al di là delle parole i vigili del fuoco Valdostani stanno ancora attendendo i fatti per la soluzione dei problemi previdenziali".

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società