Anche un De Fabiani in forma nel podio sfiorato dalla staffetta azzurra

Nella 4*7,5 km di Gällivare (Svezia) di sci nordico, gli italiani chiudono quarti. Convincente la (seconda) frazione del gressonaro, che ha ceduto solo pochi metri nel finale. Prima la Norvegia, seconda la Svezia, seguita dalla Germania.
DeFabiani foto Fisi
Sport

C’è anche il contributo di un Francesco De Fabiani in crescita evidente nel podio sfiorato dall’Italia nella staffetta 4*7,5 km di Coppa del mondo di Gällivare (Svezia). Gli azzurri (oltre al valdostano il quartetto al via contava Davide Graz, Paolo Ventura ed Elia Barp), con un tempo finale di 1:12:34.8, hanno mancato per soli sei secondi il bronzo, finendo quarti.

Più che secondo i pronostici le prime due posizioni. A vincere, la Norvegia (1:11:50.5), sui padroni di casa della Svezia (1:12:07.9). Seriamente insidiata dall’Italia, riuscendo però a conservare la terza posizione nell’ultima, entusiasmante, frazione della staffetta, la Germania (1:12:34.8).

La performance azzurra ha visto Graz, al via per primo, tenere il ritmo dei migliori (e arrivando a reggere i cambi di ritmo del norvegese Goldberg). Ha quindi passato il testimone a Francesco De Fabiani, nel cuore del gruppo di testa.

Il gressonaro, già apparso in forma nella 10 chilometri in tecnica libera di ieri (dove si è laureato migliore degli italiani), ha confermato il buon periodo, cedendo solo pochi metri nel finale, sotto i colpi del forcing intrapreso dallo svedese Calle Halfvarsson e del norvegese Martin Nyenget.

La squadra italiana ha così girato la boa di metà gara terza, staccata di soli 8”9 dai due. Passando alla tecnica libera, Paolo Ventura ha potuto fare poco contro la furia del tedesco Friedrich Moch, che dalla sesta posizione ha preso la scia delle due compagini scandinave. L’Italia è così scivolata al sesto posto, dietro a Usa e Finlandia.

Negli ultimi 7.5 km, Elia Barp si è incaricato di rimettere le cose a posto. Recuperato il gap, ha ricompattato il gruppo in lotta per il quarto posto, per poi avvicinare il tedesco Sossau. All’ingresso dello stadio, una manciata di secondi separava l’Italia dall’atleta della Germania, che è però riuscito a contenere l’attacco e portare la squadra tedesca sul podio.

La Coppa del mondo di sci nordico tornerà sabato 9 dicembre, con una sprint in tecnica classica a Östersund, in Svezia, cui seguirà una individuale a tecnica libera sui 10 km nella giornata di domenica 10.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte