Sport

Ultima modifica: 21 Giugno 2018 14:13

E’ tutto pronto a Valpelline per il Vertical Becca di Viou

Valpelline - Tra i partenti ci sarà anche Emmanuel Vaudan, lo skyrunner svizzero che ha vinto più di una edizione del Fully Vertical e che nella prima prova del Défi a Fénis si è classificato terzo, alle spalle del piemontese Bernard Dematteis e del valdostano Dennis Brunod.

Trail Becca di Viou

Domenica 24 giugno a Valpelline riprendono le sfide verticali del circuito Défi della Valle d’Aosta, con la seconda prova della stagione, il Vertical Becca di Viou, dopo l’apertura a Fénis dello scorso aprile.

Gli atleti potranno scegliere una delle due distanze: il K1000 (5 chilometri) con arrivo fino all’alpeggio La Nouva, oppure il K1900 (9 chilometri) che arriverà in cima alla Becca di Viou, un punto estremamente panoramico che permetterà agli appassionati di montagna di osservare i Quattromila della Valle d’Aosta e la città di Aosta.

Entrambe le partenze saranno nella Piazza centrale di Valpelline, a quota 950 metri: chi avrà scelto la gara meno impegnativa si fermerà appena sotto quota 2.000 metri, gli altri andranno in vetta, posta a 2.856 metri. Suggestivo il percorso del K1900, prova valida per il Défi Vertical, che presenta un primo tratto di sentiero boschivo, per poi transitare in mezzo a distese verdi e infine sulla pietraia. Davvero impegnativo, quanto affascinante l’ultimo strappo che dal bivacco ‘Penne nere’ porterà fino alla vetta.

Tra i partenti ci sarà anche Emmanuel Vaudan, lo skyrunner svizzero che ha vinto più di una edizione del Fully Vertical e che nella prima prova del Défi a Fénis si è classificato terzo, alle spalle del piemontese Bernard Dematteis e del valdostano Dennis Brunod.

Le due gare partiranno alle ore 9: partenza unica del K1000 e del K1900, le premiazioni sono previste alle 15, subito dopo il triangolo enogastronomico, con alcuni piatti della tradizione di Valle d’Aosta, Emilia-Romagna e Abruzzo, e prima del concerto de L’Orage, in programma a partire dalle 16.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>