Henri Aymonod vince il suo primo Challenge Stellina

In Val di Susa il valdostano conferma il suo stato di forma facendo registrare una delle migliori prestazioni degli ultimi anni. Dietro di lui il forte eritreo Petro Mamu e Francesco Puppi.
Henri Aymonod allo Stellina foto Damiano Benedetto
Sport

Henri Aymonod conferma il suo stato di forma e la sua leadership nella classifica della World Mountain Running Ranking con una convincente vittoria nella XXXIII edizione del Challenge Stellina in Val di Susa.

Il valdostano fa registrare una delle migliori prestazioni degli ultimi anni fermando il cronometro dopo 1h19’32”, dopo aver percorso 14,3 km con 1630 metri di dislivello partendo da Susa con arrivo a Costa Rossa a 1950 metri. Alle sue spalle il forte eritreo Petro Mamu con il tempo di 1h19’45”, seguito sul podio da Francesco Puppi in 1h20’18”.

“Sono veramente contento, oggi era una di quelle giornate in cui senti che tutto va bene”, commenta Aymonod al traguardo. “Ero davanti fin da subito e infatti mi sono chiesto se stessi facendo la cosa giusta. Poi ho staccato il cervello e sono andato, mi sono detto: proviamo, andiamo via. Ho anche parlato a Petro Mamu nella piccola discesa prima del tratto finale e gli ho detto che per me era un onore essere lì con lui. Ce la siamo giocata, io forse oggi avevo quel qualcosina in più sul ripido. Nell’ultima parte lo staccavo un po’, poi lui rientrava, poi dal piano delle Sevine sono riuscito a prendere quel gap in più di 15 secondi che ho portato fino al pianoro finale dove ho spinto veramente a tutta e alla fine sono arrivato davanti. Il Challenge Stellina è una gara molto importante per me, storica, e ci tenevo a far bene qui. I miei prossimi obiettivi sono sicuramente mirati verso la World Cup: a Casto correrò sia il Vertical e che il Trofeo Nasego il 4 e 5 settembre, poi farò tappa in Austria con la Red Bull Dolomitenmann l’11 settembre, gara di salita, poi il Trofeo Ciolo in Puglia a Gagliano del Capo il 26 settembre. Chiuderò con il Km Verticale Chiavenna-Lagunc del 10 ottobre, ultima tappa della World Cup, dove cercherò di difendere il secondo titolo in una gara che mi è ormai entrata nel cuore.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Sport
Sport