Sport di Orlando Bonserio |

Ultima modifica: 19 Agosto 2020 11:49

La GranParadisoBike si farà: meno di un mese alla ventesima edizione

Cogne - La data da segnare in rosso è quella del 13 settembre: torna, seguendo i protocolli anti-covid, la grande classica della mountain bike, con 50 km e 1500 m D+ all'interno del Parco Nazionale Gran Paradiso.

GranparadisoBike foto Roger BerthodGranparadisoBike foto Roger Berthod

La data del 13 settembre è da segnare in rosso sul calendario degli appassionati di mountain bike, perché, nonostante la situazione che ha tagliato le gambe a quasi tutte le competizioni sportive, ci sarà un evento importante: la 20° edizione della GranParadisoBike, infatti, si farà.

A Cogne ci si inizia a preparare per questa grande classica capace di mettere insieme un percorso difficile e tecnico che regalerà uno spettacolo assicurato sia a livello agonistico che a livello paesaggistico, con 50 chilometri e 1500 metri di dislivello quasi tutti all’interno del Parco Nazionale Gran Paradiso. Il tracciato sarà lo stesso dell’edizione 2019, salvo qualche piccola modifica: dopo una prima parte più simile al Cross Country composta da continui saliscendi lungo le famose piste di sci di fondo di Cogne, attraversando le frazioni di Valnontey e Lillaz i concorrenti dovranno salire sino al GPM di Piani della Cretetta posto a 2100 metri. Da lì una discesa tecnica e impegnativa li riporterà ad Epinel e infine di nuovo a Cogne.

La manifestazione, che si sarebbe dovuta tenere inizialmente il 2 giugno, si svolgerà nel rispetto dei protocolli emanati dalla FCI volti ad evitare il diffondersi del Covid-19: compilazione da parte di tutti gli atleti dell’autodichiarazione di non essere Covid positivi, misurazione della febbre e obbligo di mascherina all’ingresso della zona gialla, obbligo di mascherina nelle griglie di partenza.

Già molti atleti di primo piano del Mountain biking italiano hanno confermato la loro presenza. Saranno presenti infatti i ragazzi del team Soudal Lee Coughan Daniele Mensi, Jacopo Billi e Stefano Valdrighi, i ragazzi del team La Pierre Trentino Martino Fruet e Anna Oberparleiter, il Ktm Damil con i fratelli Nicholas e Lorenzo Samparisi e Gaia Ravaioli, il Silmax Racing Team capitanato da Giuseppe Pippo Lamastra. A questi importanti nomi se ne aggiungeranno sicuramente tanti altri ancora nei prossimi giorni.

 

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>