La Valle d’Aosta in corsa per essere Regione Europea dello Sport 2023

La candidatura della Valle d'Aosta a Regione Europea dello sport è stata presentata ieri mattina presso la sala conferenze della Biblioteca Regionale Bruno Salvadori.
Sport

La Regione Europea dello Sport 2023? Potrebbe essere la Valle d’Aosta.

La candidatura al riconoscimento è stata presentata ieri mattina presso la sala conferenze della Biblioteca Regionale Bruno Salvadori. A intervenire durante la presentazione sono stati Francesco Lupattelli, Presidente e fondatore di Aces Europa e Msp Italia, Brando Benifei Europarlamentare e presidente dell’Europarliamentary Group of ACES Europe e Jean-Pierre Guichardaz, Assessore dei Beni Culturali, Turismo, Sport e Commercio.

L’Eurodeputato Brando Benifei ha voluto rimarcare le relazioni che una rete come quella delle Città e Regioni Europee riesce a creare: “È importante mettere in rete le eccellenze delle realtà come quella della Valle d’Aosta, che per la sua conformazione, per il suo territorio e per la sua società sicuramente può portare un contributo importante a questo mosaico delle Città e delle Regioni Europee dello Sport. Il valore aggiunto è proprio la rete che si crea. Questa rete è importante perché è un modo di costruire dei rapporti tra le regioni, le città, gli enti sportivi e le associazioni per lavorare sulla progettualità Europea.”

L’assessore Guichardaz, invece ha parlato delle ragioni per cui l’Assessorato dei Beni Culturali, Turismo, Sport e Commercio ha deciso di proporre la candidatura: ”Siamo una piccola regione ma siamo una regione che nelle sue dimensioni ridotte rappresenta un territorio unico e inestimabile, siamo il territorio dei 4000, abbiamo una collocazione geografica che ci permette una internazionalità che non hanno altre regioni. Nel 2023 presenteremo quattro gare di coppa del mondo a Cervinia-Zermatt, unica pista transfrontaliera e una delle più lunghe del mondo. Siamo una regione con un’altissima vocazione Europea e la nostra candidatura va anche in quella direzione”.

Un occhio di riguardo sarà rivolto all’integrazione tra sport olimpici e paralimpici, infatti, come sottolinea Francesco Lupattelli:” Delle 12 domande e criteri che saranno posti in questione quando ci sarà la visita della Commissione Europea, ben 3 su 12 richiedono cosa fa la regione per i paralimpici, i disabili e il mondo dell’integrazione.” Il dossier di candidatura sarà ultimato entro fine aprile 2022 e verrà presentato alla Commissione Europea entro giugno.

Alla fine della conferenza stampa è stato premiato il video “Le Valli del Monte Bianco – Comunità Europea dello sport 2021” che agli Aces Video Awards ha vinto il “Premio promozione dei valori dell’attività sportiva”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Sport
Sport