Sport

Ultima modifica: 14 Febbraio 2019 12:33

Martine Michieletto protagonista di Petrosyan Mania

Aosta - La supercampionessa del Fighting Club Valle d’Aosta sabato 16 febbraio salirà sul ring a Monza contro la campionessa di Francia Delphine Guénon.

Martine Michieletto e Manuel Bethaz

Dopo aver assistito al trionfo dei propri compagni di team ai Campionati Italiani di dieci giorni fa, Martine Michieletto scalda i muscoli e si prepara ad essere protagonista assoluta di una delle più importanti manifestazioni per gli sport da combattimento. Sabato 16 febbraio, a Monza, la supercampionessa del Fighting Club Valle d’Aosta salirà sul ring di Petrosyan Mania, rassegna legata al fighter italo-armeno Giorgio Petrosyan che si giocherà anche il titolo mondiale Iska contro il giapponese Atsushi Tamefusa.

Michieletto sarà impegnata in uno degli incontri principali della serata contro la campionessa di Francia Delphine Guénon nel prestige match di K1 Fight Code Rules, della categoria 57 kg. “Mi sento pronta, non vedevo l’ora di tornare a combattere”, ha commentato l’atleta di Donnas, al rientro sul ring dopo una serie di undici vittorie consecutive nel 2018. “Per questo match mi sono preparata al massimo, come sempre, anche se questa volta ho seguito una dieta diversa rispetto al passato. Avrò di fronte un’avversaria pericolosa e molta valida da un punto di vista tecnico. Non a caso è andata a medaglia agli Europei Wako Pro di kickboxing. Ma sento che la condizione è buona e sul ring le darò battaglia dal primo round”. Alla Candy Arena la valdostana presenterà una tattica speciale studiata col maestro Manuel Bethaz. “Si vedrà qualcosa che in passato Martine non ha mai fatto”, dice Bethaz. “Abbiamo preparato una strategia particolare per annullare la sua rivale. Non possiamo anticipare nulla. Tuttavia dovremo fare molta attenzione perché la Guénon in Francia è campionessa nazionale di kickboxing e il fatto di combattere adesso nel regolamento della K1 la avvantaggia rispetto a Martine, che invece predilige la muay thai. Ma abbiamo le nostre carte da giocare e si deciderà tutto sul ring”.

Il match sabato rappresenterà per Martine Michieletto anche una sorta di prova generale in vista di Oktagon del 25 maggio, a cui parteciperà per la terza volta nella sua carriera.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>