Sport

Ultima modifica: 30 Giugno 2019 16:43

Nicolas Statti e Daniele Calandri stupiscono alla Lavaredo Ultra Trail e UltraDolomites

Aosta - Il valdostano del Team Technosport Doceo – ancora incredulo – ha ottenuto il 17° posto nella gara regina, vinta da Tim Tollefson con più di 1800 partenti. Calandri è 12° nella gara da 87 km.

Nicholas Statti - Moonlight Trail

In questo weekend di gare di trail di alto livello, gli atleti valdostani dimostrano di non avere niente da invidiare ai migliori runners internazionali e portano a casa prestazioni di spessore nella Lavaredo Ultra Trail che, nella sua gara più lunga (120 km e 5800 m D+), ha visto alla partenza ben 1815 atleti. A questi si aggiungono gli oltre 900 della UltraDolomites (87 km e 4600 m D+), i 1670 del Cortina Trail (48 km e 2600 m D+) ed i 311 della Cortina Skyrace (20 km e 1000 m D+).

Più di 4600 atleti tra i quali il posto d’onore spetta sicuramente a Nicolas Statti: il valdostano del Team Technosport Doceo – ancora incredulo – ha ottenuto il 17° posto nella gara regina, vinta da Tim Tollefson in 12h18’47”. Statti ha tagliato il traguardo in 14h38’54”. Un posto nei primi 100 lo ha ottenuto Matteo Chatrian, 72° in 17h18’47”. Tra gli oltre 1800 c’era anche il “nostro” Matteo Scieghi che, nonostante le difficoltà avute nella notte ed il gran caldo patito durante il giorno, ha tenuto duro fino in fondo, portandosi a casa la soddisfazione di essere finisher: per lui 473° posizione (193° di categoria) in 22h11’45”.

Anche nell’UltraDolomites un valdostano si è distinto: Daniele Calandri, del Team Scott Technos Medica, è andato vicino alla top ten, classificandosi 12° in 10h47’27”, a 1h56’41” dal vincitore, lo spagnolo Andreu Simon Aymerich.

Tag:

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>