Si infrange il sogno dei Gladiators, lo scudetto Under 17 va all’Egna

I giovani valdostani - comunque da applausi per la stagione disputata - in una Patinoire gremita hanno fatto fatica ad entrare in partita e si sono dovuti arrendere agli altoatesini per 7-2.
Gladiators VS OraEgna jpeg
Sport

L’appuntamento con la storia dell’hockey per i Gladiators Under 17 sfuma sul più bello. In gara-3 della finale scudetto, i giovani valdostani devono cedere l’onore delle armi al JT Ora / Egna, che partiva favorita anche grazie a diversi giocatori che militano in serie B ma che se l’è vista brutta nei due precedenti incontri. Ha probabilmente pesato sul morale dei ragazzi di Giovinazzo la sconfitta agli shootout in gara-2, che poteva regalare loro la vittoria del campionato. Invece, la ruota gira veloce come il dischetto sul ghiaccio, ed i Gladiatori – comunque da applausi per la stagione disputata –  in una Patinoire gremita hanno fatto fatica ad entrare in partita e si sono dovuti arrendere agli altoatesini per 7-2.

È Egna a partire subito forte, facendo possesso e creando qualche azione pericolosa. I padroni di casa cercano di uscire dal torpore, ma vengono puniti dopo poco meno di 5’ da Cont, il più lesto a ribadire in tap-in dopo due miracoli di Montini. Passa un minuto e gli ospiti raddoppiano con un diagonale di Remolato che sorprende il portiere aostano, che però si riscatta con almeno tre interventi decisivi. L’Egna riesce a mantenere altissima la pressione ed a schiacciare per buona parte del primo drittel i Gladiators, fino a trovare il 3-0 ancora con Cont a 2’36” dal riposo.

Nel secondo tempo la squadra di Giovinazzo entra in campo con un piglio diverso, e può prendersela con la sfortuna per l’incrocio dei pali di De Santi dopo due minuti. Al 4’03” arriva la marcatura di Fraschetta che viene vanificata nel giro di 3’ da Tessadri e Giovannini che portano il risultato sul 5-1 per l’Ora Egna, con Minniti che fallisce un penalty a 5’33” dal termine e Villi Pisetta e Bonazzo che bucano Montini per il 7-1 su cui si chiude il secondo drittel.

Anche nell’ultima frazione i Gladiators restano spenti, a sprazzi ad accendersi sono solo gli animi ma succede poco o nulla fino ad 1’06” dalla fine, quando Badoglio trova il goal del 7-2 finale. Alla sirena può esplodere la gioia degli ospiti.

FORMAZIONE: Montini, Lamberti, Gesumaria, De Santi, Gianni, Garau, Minniti, Marta Mazzocchi, Matteo Mazzocchi, Andriolo, Fraschetta, Badoglio, Torchio, Muraro, Carbone, Negrello, Lenta, Bongini, Dedja, Giacometto, Mazza, Kantioler. Coach: Giovinazzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati