Eventi di Redazione AostaSera |

Ultima modifica: 20 Settembre 2018 14:19

Volontà oltre ogni limite: incontro con la campionessa paralimpica Alessia Refolo

Fontainemore - Sabato 21 luglio presso il Centro Visitatori - Area Sportiva Attrezzata alle ore 15 si terrà una giornata di sport, musica e sapori per dire STOP al Neuroblastoma.

Alessia Refolo

Sabato 21 luglio alle ore 15 presso il Centro Visitatori – Area Sportiva Attrezzata di Fontainemore si terrà un incontro con la campionessa paralimpica Alessia Refolo. Una giornata di sport, musica e sapori per dire STOP al Neuroblastoma.

È bella, sportiva e competitiva. Si chiama Alessia Refolo, ha 27 anni, lavora in banca e pratica tanti sport, ma non è una ragazza come le altre, per almeno due motivi. In poco tempo ha raggiunto il gradino più alto del podio, vincendo nel 2014 i Campionati del Mondo di arrampicata sportiva, categoria lead, in Spagna e nel 2017 il Campionato Italiano Sci Nautico (Slalom) a Recetto-Piemonte e lo ha fatto da non vedente. A un anno e mezzo si è ammalata di Neuroblastoma e a causa dei medicinali assunti, per curare questa forma rara di tumore che colpisce i bambini, ha perso la vista. Il suo motto, poi diventato un progetto motivazionale è “Se Vuoi Puoi” e il 21 luglio nella Riserva Naturale del Mont Mars, presso il Centro Visitatori Fontainemore, a 9 chilometri da Pont Saint Martin (Aosta), sarà possibile incontrarla, ascoltare la sua storia e vederla arrampicarsi. Una giornata di sport e solidarietà, che ha come tema “Volontà oltre ogni limite: alla riscoperta dei sensi e della forza interiore”, organizzata dal Centro Visitatori di Fontainemore (www.montmars.it), in collaborazione con l’Associazione 4Communes e il Parco Avventura, che vedrà la presenza di Sara Costa, Presidente e Fondatrice dell’Associazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma O.N.L.U.S e del dottor Alberto Garaventa, clinico oncologo dell’Ospedale G. Gaslini di Genova, anch’egli fondatore dell’Associazione.

Un programma interessante, che parte alle ore 15 con Alessia che si racconta tra agonismo e quotidianità per trasmettere il messaggio che nella vita tutto è possibile, se lo si vuole fortemente: “È importante ascoltare noi stessi guardandoci dentro per avere ben chiari i nostri bisogni e desideri, le nostre paure e aspettative in modo da comprendere gli obiettivi che ci prefiggiamo e crederci per raggiungerli. Cerco di trasmettere questo messaggio motivazionale, parlando di come affronto la vita con la disabilità della cecità e delle mie imprese sportive” (alessiarefolo.com).

Alle ore 16 farà una dimostrazione di arrampicata e seguirà una merenda in compagnia dell’atleta. Da non perdere alle 18, presso la Chiesa di Sant’Antonio Abate, il concerto del Coro MontRose – nato nel 1978 e composto da una ventina di elementi diretti dal M° Silvio Vuillermoz- che propone brani della tradizione valdostana e alpina, ma non solo. A seguire alle 19.30 Cena al Buio presso il Centro Visitatori della Riserva del Mont Mars a cura della Pro Loco, con la collaborazione dell’Unione Italiana dei ciechi e degli ipovedenti e intervallo musicale con il coro giovanile Voix-Là, poi alle 22.00 Parco Avventura al Buio.

Il 21 luglio sarà una buona occasione per apprezzare il meraviglioso scenario di montagna, trascorrere una giornata in un clima di convivialità e all’insegna dello sport, ma anche dare una mano alla ricerca contro il Neuroblastoma. Spesso questo tumore maligno, subdolo e aggressivo, non viene riconosciuto dai primi sintomi, simili a quelli di una semplice influenza e quando si giunge alla diagnosi, si presenta in fase già avanzata con metastasi allo scheletro e al midollo. L’Associazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma O.N.L.U.S., un ente senza scopo di lucro nato nel 1993 presso l’Istituto “G. Gaslini” di Genova per volontà di ­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­genitori e oncologi, attiva su tutto il territorio nazionale con circa 120.000 sostenitori, da 25 anni dice stop a una malattia terribile, prima causa di morte in età prescolare, dopo le leucemie. Sarà presente con i suoi volontari e uno stand con i doni solidali, per chi vorrà sostenere gli importanti progetti di ricerca scientifica finanziati dall’Associazione e dall’omonima Fondazione, volti a individuare cure innovative ed efficaci, sperimentare nuovi farmaci e terapie sempre più personalizzate.

Per info e prenotazioni per la cena: tel. 347.4068298, www.neuroblastoma.org

Ufficio Stampa: Mariella Piscopo 3291273493, Cristina Barberis Negra 3480117332

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>