La nuova Toyota Rav4 Plug-In: consumi e caratteristiche

Ad integrare la power unit, ecco due motori elettrici: all’anteriore da 134 kW, il posteriore da 40 kW.
Rav4 Plug-in
Gioie e Motori

Era il 1994. Quell’anno sarebbe diventato epocale per il mercato dell’auto. Non potevamo saperlo ma oggi, a distanza di trent’anni, come al solito la storia rende giustizia. Nel 1994 Toyota propose una vettura destinata a rivoluzionare il mercato delle quattro ruote, nel senso che andò a interpretare il primo SUV, che in breve tempo divenne un segmento a sé sempre più affermato.
In trent’anni, il RAV4 ha venduto più di dieci milioni di esemplari. E Toyota, precursore anche dell’elettrico dai tempi della Prius, dopo avere dotato RAV4 del Full – Hybrid, non poteva esimersi dal presentarne la versione Plug – In.

Il design è fatto di spigoli e concavità, che però non rendono la RAV4 particolarmente aggressiva, anzi l’aspetto è quello di una macchina sobria, anche tenendo conto dei due quintali che l’appesantiscono rispetto alla Full – Hybrid. Ma è un appesantimento soltanto teorico. Nonostante la cura ricostituente, i dati sono di valore assoluto. Il propulsore endotermico Dynamic Force a ciclo Atkinson DOHC è un quattro cilindri a 16 valvole da 2.487 cc. per una potenza di 185 cavalli.

Ad integrare la power unit, ecco due motori elettrici: all’anteriore da 134 kW, il posteriore da 40 kW. La potenza di sistema si attesta a 306 cavalli (o 225 kW) e produce un’accelerazione da 0 a 100 chilometri orari in 6 secondi, grazie alla coppia motrice disponibile subito nella sua interezza. Tutti dati che denotano un superamento significativo della Full – Hybrid. In ciclo WLTP le emissioni sono molto ridotte, 22 grammi di CO2 per chilometro.

Dal lato dei consumi, la Casa dichiara 25 chilometri con un litro. In modalità elettrica, sono 75 i chilometri percorribili a zero emissioni. Il confort resta intatto, come la sensazione di sicurezza alla guida. La coppia cui si accennava comporta una ripresa costante ma decisa, una prontezza di azione divertente. Le batterie agli ioni di litio sono alloggiate sotto il pianale, con il che si realizzano due obbiettivi. In primo luogo, il baricentro basso, poi la capacità del bagagliaio che si attesta a 520 litri.

Prezzo da euro 54.500, salvo promozioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Gioie e Motori
Gioie e Motori
Gioie e Motori

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte