Pensare bene per vivere meglio

Ultima modifica: 7 Gennaio 2019 9:38

Alleviare la tensione con il rilassamento muscolare

Aosta - Edmund Jacobson ha ideato un rilassamento negli anno ’30 capace di eliminare la tensione nel corpo. Consiste in una serie di esercizi di contrazione/decontrazione delle varie fasce muscolari.

rilassamento,

Sei sotto stress? Soffri spesso di tensioni muscolari? Ti capita di perdere facilmente la pazienza? Il rilassamento muscolare ti può essere di aiuto.

Quando siamo sotto pressione e viviamo uno stato di disagio abbiamo un aumento della tensione muscolare che ci può creare dolori cervicali, gambe pesanti, mal di schiena o male alle spalle. Edmund Jacobson ha ideato un rilassamento negli anno ’30 capace di eliminare la tensione nel corpo. Consiste in una serie di esercizi di contrazione/decontrazione delle varie fasce muscolari che vanno a sciogliere le contratture e ad alleviare i sintomi dello stress.

Questo tipo di rilassamento è molto diffuso, soprattutto negli Stati Uniti e in Inghilterra, inoltre viene usato in molti campi: in psicologia, come tecnica per gestire gli stati d’ansia, nella riabilitazione e nello sport.
Il rilassamento di Jacobson è molto efficace per i seguenti motivi:
Aumenta l’autocontrollo
È semplice e di facile applicazione in tutte le situazioni della vita quotidiana
Agisce nella prevenzione di disturbi psicosomatici quali l’ulcera, la colite, l’ipertensione, le disfunzioni cardio-circolatorie
Migliora il modo di porsi di fronte alle diverse situazioni

Pensate, per esempio, di trovarvi ad affrontare situazioni difficili, come parlare al proprio datore di lavoro o rifiutare una richiesta, in questi casi se siete rilassati, il proprio atteggiamento influenzerà direttamente il vostro comportamento, rendendovi capaci e padroni di gestire i differenti contesti che si presentano.
Per apprendere tale rilassamento è sufficiente seguire un training specifico, che insegna a riconoscere ogni minima tensione e ad alleviarla in tutte le posizioni del corpo: sdraiati, seduti ed eretti.

L’apprendimento del rilassamento muscolare permette ad una persona ben allenata, di riconoscere con facilità quale fascia muscolare mette in tensione in situazioni di difficoltà ed impara ad eliminarla immediatamente. Lo scopo è appunto imparare a riconoscere la minima contrattura, proprio quella che ci accompagna tutto il giorno, e che ce ne rendiamo conto solamente alla sera, quando la mente si distende.
Tenete presente che, quando viviamo una situazione stressante, abbiamo una risposta fisiologica, che è sotto il controllo del sistema nervoso autonomo. Si tratta di un sistema che agisce in modo involontario, senza il controllo cosciente dell’uomo.

Provate ad eseguire questo semplice esercizio del viso. Infatti, ricerche, evidenziano come un viso disteso facilita ad avere tutto il corpo rilassato.
Mettiti seduto comodo su una poltrona, meglio se puoi appoggiare la testa, chiudi gli occhi e respira lentamente. Ispirando dal naso ed espirando dalla bocca, quando senti il corpo rilassato, porta la tua attenzione agli occhi e chiudili con forza, mantieni questa forzatura per 5/6 secondi e poi distendi, riprendi il respiro lento e ripetiti mentalmente “calma”, in seguito ripeti la contrazione, ma questa volta dalla contrazione massima passa ad una contrazione media e mantieni l’attenzione su questo tipo di contrattura, poi passa ad una contrazione minima e mantieni la tua attenzione su questa contrazione, perché è proprio quella che si manifesta in uno stato di ansia o di tensione.

Fai gli stessi esercizi, ma questa volta corrugando le sopracciglia.
Sono sufficienti 20 minuti al giorno per 3 mesi per apprendere bene questo rilassamento.
Ricordati che in un corpo rilassato non alberga l’ansia.
Per ulteriori informazioni sul training consulta il sito www.nicolettasavoye.it

Per informazioni:

Nicoletta Savoye

346 2203071

Riceve su appuntamento presso l’Ecoworking, 11020 Quart

Pagina Facebook

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>