Dal Cpel via libera ai progetti di educazione e istruzione per la fascia 0/6 anni

I sindaci valdostani hanno dato parere positivo all'unanimità alla delibera che recepisce i finanziamenti ministeriali per gli anni 2021/22/23. Le risorse serviranno per i piani esclusi dalla prima programmazione 2021 e per 7 priorità tra cui i progetti di accorpamento di nido e scuola dell’infanzia in una sola struttura.
Foto - Pexels/Pixabay
Altro

Arriva il “via libera” dal Cpel – il Consorzio permanente degli enti locali – alla delibera di Giunta regionale che recepisce i finanziamenti ministeriali per gli anni 2021, 2022 e 2023 per la programmazione regionale degli interventi per il sistema integrato di educazione e istruzione per i bambini di età compresa tra zero e sei anni.

Il provvedimento – votato all’unanimità dai sindaci valdostani – mette sul piatto un finanziamento da 1 milione 497mila 563,57 euro, il 5% a carico delle casse regionali ed il restante in capo allo Stato.

Il Presidente Cpel Franco Manes, nell’illustrare la delibera, ha spiegato: “Per l’anno in corso l’atto prevede una somma di 74mila euro destinata ai progetti esclusi dalla prima programmazione 2021. Quindi, andremo così a coprire fondamentalmente tutti i progetti presentati. Per gli anni 2022/23 la delibera definisce invece sette priorità. Le prime riguardano due progetti di poli per l’infanzia, che prevedono l’accorpamento dell’asilo nido o la scuola dell’infanzia in una sola struttura, per un importo massimo di 200mila euro. La seconda priorità riguarda invece i progetti di continuità educativa 0/6 anni. Assieme, queste priorità vedono un finanziamento di circa 406mila euro”.

Le altre priorità – prosegue il Presidente Cpel – prevedono, per circa 261mila euro complessivi, azioni di potenziamento della scuola dell’infanzia (con pre e doposcuola e assistenza in mensa), interventi edilizi (messa in sicurezza, per un massimo di 50mila euro), l’acquisto di arredi, la creazione di progetti didattici e l’acquisto di attrezzature.

Inoltre, per il biennio 2022/23 sono previsti poco più di 3700 euro per due progetti formativi per il Comune di Aosta e per ciascuna Unité, coordinati dall’Assessorato all’Istruzione.

Assessorato che il prossimo 3 novembre dovrebbe comunicare le modalità di presentazione dei progetti a Comuni e Unités, che avranno poi tempo per la consegna entro il 22 novembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Altro, Cultura