Galleria 

Inaugurato il bivacco Canavari-Letey

Il bivacco intitolato a Alfredo Canavari e Alessandro Letey che hanno perso la vita in un incidente in montagna nel 2021 è stato inaugurato con una piccola cerimonia e la benedizione della nuova struttura.
Altro, Montagna

È stato inaugurato il nuovo Bivacco Canavari-Letey collocato tra il Mont Fourchon e il Pain de Sucre, a 2.840 metri di quota. Il bivacco è stato realizzato e posizionato nell’ambito del progetto Interreg “Skialp@Gran San Bernardo Scialpinismo nelle Valle del Gran San Bernardo”, con un finanziamento del Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale, nell’ambito del Programma di Cooperazione Interreg V-A Italia-Svizzera.

“Siamo molto soddisfatti per aver aggiunto un tassello importante al progetto Skialp@Gran San Bernardo: dopo quello posizionato in cima alle piste di Crevacol, crediamo che questo nuovo bivacco potrà diventare un punto di riferimento per gli scialpinisti in inverno e per gli escursionisti in estate” ha spiegato il Sindaco di Saint-Rhémy-en-Bosses Alberto Ciabattoni.

Nella cerimonia di inaugurazione ricordate le figure dei due appassionati di montagna a cui è intitolato il bivacco: Alfredo Canavari, Assistente Capo Coordinatore della Polizia di Stato, e Alessandro Letey, Alpinista e Freerider, che hanno perso la vita in un incidente in montagna nella primavera del 2021.

 

2 risposte

  1. Salve. La risposta è già data nell’articolo.
    “..Punto di riferimento per scialpinismo in inverno e per escursionisti in estate”
    Ad esempio in caso di repentino peggioramento meteo mettersi al ripari dai fulmini .Oppure fermarsi a riposare al riparo in caso di malessere. Importante è rispettare un bellissimo progetto intitolato alla memoria di due bravi ragazzi amanti della montagna.

  2. A che cosa serve un bivacco in quel punto, facilmente raggiungibile anche in inverno?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati