Appuntamento allo Splendor con “Miracoli metropolitani”

Domani sera, martedì 4 aprile, alla Saison Culturelle teatro appuntamento con lo spettacolo "Miracoli metropolitani" della compagnia teatrale Carrozzeria Orfeo. Il racconto è ambientato in una sorta di distopia, ma mantiene sempre un tono ironico e onirico.
Miracoli metropolitani foto di scena

Miracoli metropolitani” andrà in scena domani sera, martedì 4 aprile, alla Saison Culturelle teatro. Si tratta di uno spettacolo della compagnia teatrale Carrozzeria Orfeo e racconta, in tono ironico e onirico, una distopia non troppo lontana dal nostro immaginario collettivo. Mentre all’esterno le fogne, ormai sature di spazzatura e rifiuti tossici, stanno lentamente allagando la città, gettando la popolazione nel panico e costringendola a una autoreclusione forzata in casa, in una vecchia carrozzeria riadattata a cucina si muovono otto personaggi molto particolari.

Plinio, un tempo chef stellato e oggi caduto miseramente in rovina, coltiva sogni impos- sibili di riscatto culinario mentre la realtà gli impone di cucinare squallidi cibi precotti e liofilizzati importati dalla Cina. Sua moglie Clara ex lavapiatti e infaticabile arrampicatrice sociale è in eterno conflitto con il marito sulla gestione dell’attività. Igor, figlio di Clara e figliastro di Plinio, con grossi problemi di disabilità emotiva, auto- recluso da mesi nella sua stanza è ossessionato da un videogame sulla guerra (Affonda l’immigrato), unica valvola di sfogo per le proprie frustrazioni. Come se non bastasse, presto si uniscono alla famiglia Patty, la settantenne madre di Plinio, ex brigatista e femminista convinta; Cesare, un aspirante suicida; Mosquito, un carcerato aspirante attore costretto ai lavori socialmente utili; Mohamed, professore universitario in Libano e rider sottopagato e sfruttato in Italia e, Hope, una misteriosa, aggressiva e buffa lavapiatti etiope.

La solitudine esistenziale diventa una delle protagoniste in un mondo apocalittico che, per certi versi, ricorda i mesi di quarantene vissuti durante la pandemia, restando però molto distante per contesto e atmosfera. L’alimentazione, il rapporto con il cibo come forma di compensazione al dolore, come alienazione di un Occidente decadente e sovralimentato, sempre più distratto e imprigionato dai suoi passatempi superflui, la questione ambientale, la solitudine e la responsabilità sono i temi centrali del mondo di “Miracoli metropolitani”.

È previsto un incontro con gli attori a fine spettacolo. Le tariffe per i biglietti sono le seguenti: biglietto intero € 25,00, ridotto € 20,00. In galleria: intero 18.00€, ridotto 13.00€. I biglietti ridotti sono riservati: ai giovani fino a 30 anni, a coloro che hanno più di 65 anni, all’accompagnatore del soggetto diversamente abile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte