Bibliorencontres presenta “Queste oscure metamaterie”

Lunedì 22 aprile, alle ore 18, la Biblioteca regionale di Aosta organizza la conferenza “Queste oscure metamaterie: quando natura, arte e scienza si incontrano”, con la partecipazione del professor Fabrizio Scarpa.
biblioteca regionale

Continua la rassegna  “BiblioRencontres – Cose dell’altro mondo”: lunedì 22 aprile, alle ore 18, la Biblioteca regionale Bruno Salvadori di Aosta organizza la conferenza dal titolo “Queste oscure metamaterie: quando natura, arte e scienza si incontrano”, con la partecipazione del professor Fabrizio Scarpa. Nel corso della serata, sarà fornita un’introduzione al concetto di metamateriali e alcuni esempi di come funzionano e come possono essere utilizzati.

Nel mondo della ricerca e dell’innovazione tecnologica i metamateriali stanno raccogliendo sempre più interesse, grazie alle loro caratteristiche uniche e all’ampia gamma di applicazioni in cui possono trovare impiego. Si tratta di materiali speciali progettati per avere caratteristiche diverse da quelle dei materiali naturali, modificando la loro struttura anziché la composizione. Possono avere cambiamenti di forma, riflettere la luce in modi insoliti e avere proprietà acustiche particolari.

Per crearli, gli scienziati si ispirano alla natura, come alle scaglie delle pigne o ai cuscinetti delle zampe dei gatti, e prendono spunto dall’Origami e dal Kirigami, l’arte giapponese di piegare e tagliare la carta. Ispirandosi a questi modelli naturali e artistici, i ricercatori inventano materiali che hanno la capacità cambiare forma o comportamento quando serve. Questo può essere molto utile per progettare robot adattabili, aerei con ali migliori o protesi e strumenti per applicazioni biomedicali. Unendo la natura alla creatività umana, si possono creare materiali nuovi con grandi potenzialità per applicazioni innovative in diversi campi.

Fabrizio Scarpa, è professore e ricercatore nel campo dei metamateriali e delle strutture intelligenti presso l’Università di Bristol. Dopo un’infanzia vissuta ad Aosta, ha conseguito una laurea in ingegneria aeronautica e un dottorato in progettazione di macchine al Politecnico di Torino, trasferendosi, in seguito, nel Regno Unito. Ha ricoperto ruoli di ricerca e insegnamento presso l’Università di Sheffield, dal 2005 si è trasferito a Bristol. Per oltre due decenni, nel corso del suo lavoro di ricerca ha sviluppato metamateriali e biomateriali per applicazioni che vanno dal controllo delle vibrazioni alla biomedicina e alla robotica. Ha coordinato e diretto progetti finanziati da agenzie del Regno Unito, europee e statunitensi, in collaborazione con importanti aziende attive nei settori aerospaziali e nella produzione di materiali.

Conferenza Metamateriali
Conferenza Metamateriali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte