Donnas, il 6 novembre l’inaugurazione del Climbing Park Balteo

Per gli appassionati sarà l'occasione di percorrere per la prima volta la via ferrata (prenotazione su climbinghouse@outlook.it) e fare prove gratuite di arrampicata sulla falesia del Masso per adulti e bambini. sabato 6 e domenica 7 novembre si svolgerà inoltre il Donnas Boulder Contest.
Climbing Park Balteo

Taglio del nastro sabato 6 novembre 2021 alle ore 11 per il Climbing Park Balteo, presso la falesia del
Masso Reisen a Donnas. L’inaugurazione sarà accompagnata dalla possibilità per gli appassionati di percorrere per la prima volta la via ferrata (prenotazione su climbinghouse@outlook.it) e fare prove gratuite di arrampicata sulla falesia del Masso per adulti e bambini. Inoltre nel weekend andrà in scena il Donnas Boulder Contest, modalità raduno boulder ad autocertificazione sui blocchi esistenti e su nuovi boulder a cui dare il grado da liberare. Nella Piazza XXV Aprile (davanti alle scuole) ci sarà un Punto Informazioni con possibilità di noleggio di scarpette, crashpad e attrezzature.

“Il Climbing Park Balteo vuole essere il primo passo nella direzione di creare un prodotto “Donnas Outdoor” riconoscibile ma al contempo integrato sia nel contesto del turismo rurale ed enogastronomico della bassa valle sia nella rete escursionistica regionale” spiega una nota del Comune. La promozione del Climbing Park Balteo partirà venerdì 5 novembre quando la struttura sarà mostrata in anteprima a importanti testate giornalistiche e riviste di settore.

Quattro gli interventi individuati, in grado di intercettare nuovi visitatori. In primis la Via Ferrata delle Peredrette, un unicum in Valle d’Aosta, una via ferrate a bassa quota, accessibile a tutti, che permette di fare vivere una esperienza adrenalinica e accedendo ad ambienti insoliti e spettacolari, dall’area terrazzata alla vista a picco sulla Strada Romana. Poi ci saranno tre aree di arrampicata attrezzate, il Masso dei Vigneti di Reisen, che permetterà di sfruttare il masso caduto nei pressi di Prele, la Piramide di Pomerou e Falesia delle Ciliegie.

“Ci auspichiamo che gli interventi svolti potranno essere elemento di trade union tra turismo sportivo ed
enogastronomico.  – conclude la nota – Le vie d’arrampicata richiameranno le tipicità del territorio e accompagneranno gli escursionisti in un vero viaggio, tra terra e cielo, dai vigneti ai castagneti. Il punto di partenza di tutti gli itinerari di accesso, alla Via Ferrata come anche alle falesie, è localizzato all’incrocio dei tre grandi “cammini” – Sentiero Balteo, Chemin des Vignobles, Via Francigena. Il climbing park sarà un’attrattiva aggiuntiva per chi transiterà lungo questi cammini di lunga percorrenza e per chi, sostando a Donnas, potrà godere di un’esperienza eccezionale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.