Doues: è tornata la Sagra della polenta con ancora più Valle d’Aosta

Appuntamento a Doues, da venerdì 1° luglio a domenica 3, con la Sagra della polenta e la classica 24 di calcio a 6. Quest’anno, insieme alle serate danzanti e ai giochi per bambini, i protagonisti saranno i prodotti valdostani, anche grazie alla collaborazione del prosciuttificio di Saint-Oyen.
Sagra della polenta Doues

Quest’estate, dopo tre anni di pausa dovuti alla pandemia, si ritorna a festeggiare e gustare in compagnia il piatto più tipico della montagna: a Doues, in località Campo sportivo, torna la Sagra della Polenta con la sua 15° edizione. Il primo fine settimana di luglio, da venerdì 1° a domenica 3, due giorni all’insegna della musica, del buon cibo valdostano. Infatti, come di consueto, la Pro loco abbina la sagra della polenta alla tradizionale 24 ore di calcio a 6. Le iscrizioni, però sono già chiuse, causa raggiungimento del numero massimo di iscritti. Con ben 32 squadre e oltre 320 giocatori, il campo sportivo di Doues si preannuncia già gremito di atleti e golosi, affamati di polenta e di tutte le leccornie che la accompagnano.

Si comincia il venerdì sera alle 22 con la musica anni ’90 e 2000 dei DJ di radio club. Un piccolo assaggio dell’atmosfera di festa che pervade il weekend. Sabato 2 luglio si fa sul serio con il calcio di inizio della 24 ore e, soprattutto, il primo pasto a base di polenta: alle 19 ha inizio la cena con carni alla griglia, polenta e polenta concia. Dalle 21 in poi si torna a ballare, questa volta con l’orchestra “I ragazzi del villaggio”, per una serata di liscio ad ingresso libero.

La festa, e il torneo, continuano domenica 3 luglio con un’altra giornata piena di buon cibo, sport, intrattenimento e giochi per i più piccoli. Il pranzo, a partire dalle 12.30, vedrà protagonisti i fantasiosi piatti preparati dalla Pro Loco di Doues. Tornano gli gnocchi e le crespelle alla valdostana a base di polenta, quest’anno ancora più “tipiche” grazie alla collaborazione con il prosciuttificio di Saint-Oyen che fornisce il suo famoso prosciutto cotto alla brace, utilizzato nel ripieno. Gonfiabili, giochi e trucca bimbi animeranno il pomeriggio dei più piccoli, mentre i più grandi continuano il torneo di calcio a 6. Alle 18 circa la 24ore si concluderà con le attese premiazioni. Ci sarà anche tanta musica, a partire dalle 15 e, la sera, dalle 21 con l’orchestra “I Summer”.

Il ritorno della Sagra della polenta prevede alcune novità, soprattutto in cucina. La priorità è quella di presentare prodotti valdostani di alta qualità a partire dalla farina per la polenta (un prodotto di Bonne Vallée Chappoz, da mais coltivato a Donnas), la farina bianca, il jambon di Saint-Oyen, la fontina, il burro, il latte e molti altri prodotti. Non solo la classica polenta sémpla e quella concia arricchita con burro e fontina, ma anche diverse rivisitazioni e abbinamenti per esaltare il sapore e la versatilità di questo piatto, da secoli alla base dell’alimentazione dei popoli di montagna. Tra le novità, sarà anche svelato un nuovo dolce, ovviamente sempre a base di polenta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.