Giornata Nazionale contro la violenza sulle donne: gli appuntamenti

Si avvicina la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. In Valle d’Aosta tantissimi gli appuntamenti per sensibilizzare, sostenere e aiutare le vittime del patriarcato.
Giornata contro la violenza sulle donne. Fonte: Canva.

Questo venerdì 25 novembre è la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. In Valle d’Aosta sono tante le iniziative per sensibilizzare sull’argomento: spettacoli, conferenze e appuntamenti musicali per riflettere insieme sul tema e mettere in luce la gravità del fenomeno.

Si comincia già giovedì 24 novembre con una serata dedicata al convegno “L’oggettificazione del corpo femminile: come la percezione maschile del corpo della donna incida sul rapporto fra i generi” dalle 18 alle 20 presso il Centro delle Famiglie ad Aosta in viale Federico Chabod. Gli psicoterapeuti Lucia Giacomini e Alessandro Fusaro, a partire dalla delicata tematica dell’oggettificazione del corpo femminile, dialogano con il pubblico sulla necessità di un’azione educativa per migliorare il rapporto tra generi.

Venerdì 25 novembre  dalle 9 alle 12, presso il salone Maria Ida Viglino del Palazzo regionale saranno presentati i dati emersi dal questionario anonimo effettuato tra fine 2021 e giugno 2022 durante la conferenza dal titolo “Manifesto contro le violenze e le molestie sul lavoro: dalla prevenzione all’azione”. L’iniziativa è stata pensata per raccogliere le testimonianze riguardo le molestie e le violenze nei luoghi di lavoro, nonché il testo del Manifesto e gli impegni assunti con la sottoscrizione del documento. Durante l’incontro sono previsti alcuni interventi e seguirà anche un momento dedicato al dibattito e al confronto.

Scenderanno in campo, con gesti di solidarietà e sensibilizzazione, anche gli operatori del pronto soccorso con l’iniziativa “Non accettare nessuna forma di violenza – chiama il 1522”. Tutti gli operatori indosseranno sula divisa un adesivo con la scritta “Un cerotto non basta..”. Inoltre, nei locali del Pronto Soccorso, all’ingresso dell’ospedale e nella zona della Piastra saranno affissi dei poster con un breve estratto del libro “Di rosso e di luce” di Valeria Corciolani, perché “… la violenza non è solo fatta di lividi e ossa rotte, c’è pure quella più subdola e sleale delle manipolazioni, di quei piccoli ricatti e recriminazioni che ti raspano via la vita a poco a poco, che non ti accorgi di essere finita nel vortice”.

La Caritas diocesana di Aosta avvia un’iniziativa di supporto e sensibilizzazione presso la bottega San Martino dal titolo “Iniziamo ad in-formare”. Sarà distribuito del materiale informativo realizzato dal Centro Donne contro la violenza, alle persone che accederanno al servizio durante l’orario di apertura al pubblico. Sarà inoltre previsto uno spazio dedicato all’ascolto per coloro che avessero la necessità e la volontà di approfondire alcuni aspetti. Durante tutta la giornata, inoltre, in place des Franchises ad Aosta, ci sarà il banchetto informativo dell’Associazione Dora Donne in Valle d’Aosta e Coordinamento donne Sindacato Pensionati SPI CGIL. Sarà possibile confrontarsi e chiedere informazioni sul tema e acquistare dei fiori il cui ricavato sarà devoluto al sostegno di attività future .

Tra le tante conferenze e attività di sensibilizzazione anche una mostra fotografica, presentata a Saint-Vincent presso la galleria civica via Chanoux alle 18, dal titolo “Dodici donne: la Valle d’Aosta raccontata attraverso i volti e le passioni di dodici donne valdostane”. Le 24 immagini, realizzate dallo studio fotografico Andrekina Photography ritraggono le operatrici e promotrici del territorio Milena Béthaz, Federica Bieller e Maria Cristina Ronc, le artiste Mikol Frachey, Stéphanie Praduroux e Barbara Tutino, le imprenditrici Eleonora ed Elena Charrère, Marilena Péaquin e Luana Usel, nonché le campionesse sportive Charlotte Bonin, Federica Brignone e Sonia Locatelli. Ogni donna sarà rappresentata da due immagini: un primo piano sul viso contrapposto ad una immagine nel loro contesto. Due fotografie per cogliere l’identità, la personalità e l’ambiente in cui queste donne sono cresciute e si sono formate, in una celebrazione a 360° di persone straordinarie. La mostra sarà visibile dal 25 novembre all’11 dicembre previa prenotazione al numero 0166 525110

Infine, a concludere una giornata densa di impegni e appuntamenti, la presentazione del libro “Le farfalle di Hispaniola – La storia delle sorelle Mirabal” presso la sala della Biblioteca regionale ad Aosta. La lettura drammatica di alcuni brani del testo, eseguita dell’autore Milton Fernàndez, sarà accompagnata dal canto di Maria Rita Brigante e l’accompagnamento al pianoforte di Francesco Epiro. All’iniziativa parteciperà anche il Console della Repubblica Dominicana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte