Il quintetto a fiati dell’Orchestra Sinfonica di Sanremo ad Aosta per il concerto di Natale

L'appuntamento, organizzato dalla cooperativa Musica & Muse, è per venerdì 16 dicembre alle 21 all'auditorium dell'Hostellerie du Cheval Blanc. L'ensemble proporrà un programma che spazierà da Haydn ad Agay.
Il quintetto a fiati dell’Orchestra Sinfonica di Sanremo

Chiusa la XXXIII edizione dei Concerti Aperitivo, per festeggiare il Natale, la Cooperativa Musica & Muse organizza, all’Auditorium dell’Hostellerie du Cheval Blanc di Aosta – il 16 dicembre alle 21 – , un concerto d’eccezione con il quintetto a fiati dell’Orchestra Sinfonica di Sanremo che proporrà un programma che spazierà da Haydn ad Agay.

Il primo brano, il Divertimento in Sib maggiore di Haydn, è celebre per contenere, come secondo tempo, quel “corale Sancti Antoni” – elaborazione di un canto popolare di pellegrini – poi utilizzato da Brahms per le famose variazioni sinfoniche.

Di Franz Danzi, compositore, violoncellista e direttore d’orchestra tedesco, verrà invece eseguito il Quintetto in Sib maggiore, autentico gioiello di fine carriera. Il concerto proseguirà con i Trois pièces brèves di Jacque Ibert, compositore francese dalle due passioni: gli strumenti a fiato e il teatro.

I Trois pièces brèves riuniscono l’uno e l’altro: infatti erano originariamente destinati ad accompagnare una pièce del drammaturgo George Farquhar, The Beaux’ Stratagem, in scena al Théâtre de l’Atelier di Parigi nell’adattamento francese di Maurice Constantin-Weyer.

Il concerto si chiuderà con i Five Easy Dances del compositore Denes Agay, noto anche con pseudonimo Gerald Martin, nato nel 1911 a Budapest e morto nel 2007 a Los Altos, negli Stati Uniti.

La sede degli appuntamenti è l’Auditorium della dell’Hostellerie du Cheval Blanc alle 21. L’ingresso è libero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte