Olocausto, le iniziative in Valle per il “Giorno della memoria”

Sono diversi, in più località, gli appuntamenti in programma per giovedì 27 gennaio, al fine di commemorare le vittime della Shoah.
Belsen

Ad Aosta, nel salone di palazzo regionale, dalle 9 alle 12.30, si terrà un incontro-dibattito riservato alle Scuole superiori della regione. A promuoverlo, la Regione e l’Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea in Valle d’Aosta. Il tema sarà “Chi salva una vita salva il mondo intero – Violenza e non violenza di fronte alle persecuzioni e allo sterminio (1938-1945)”. Tra gli oratori, i ricercatori Paolo Momigliano Levi, Pier Giorgio Crétier, Maria Teresa Milano e Daniela Muraca, direttrice del Centro internazionale di studi “Primo Levi” di Torino. L’appuntamento sarà proposto in diretta streaming sul canale YouTube della Regione.

Nella sala della biblioteca regionale di via Torre del Lebbroso, ancora ad Aosta, alle ore 18, Angelo d’Orsi presenterà, assieme al docente Andrea Desandré (distaccato all’Istituto storico della Resistenza), il suo saggio dedicato a “L’intellettuale antifascista – Ritratto di Leone Ginzburg”. Nato ad Odessa (Russia) nel 1909 e morto a Roma nel 1944, prigioniero dei nazisti, Ginzburg è stato tra i fondatori, con Giulio Einaudi e Cesare Pavese, la casa editrice dallo stesso nome.

Alle ore 20.30, alla biblioteca comunale di Saint-Christophe, Paolo Momigliano Levi parlerà del suo volume “Passaggi Ebrei in Valle d’Aosta”, promosso e patrocinato dall’Istituto storico della Resistenza e uscito nel maggio 2020, per i tipi di “Le Château” nella collana ebraica. Il tema della serata sarà “Dalla Valle d’Aosta ai Lager nazisti, 1943-1945”.

A Pont-Saint-Martin, alle 21, il Comune e la Biblioteca comunale Monsignor Giuseppe Capra, con la collaborazione dell’istituto storico della resistenza, propongono al Centre culturel Villa Michetti “Due storie da ricordare”, in memoria di due ponsanmrtinesi che subirono l’internamento militare e la deportazione politica. Si tratta di Eugenio Lizzi (classe 1917) e Zita Ghirotti (1923). Durante la serata, letture scelte, traccia biografica dei protagonisti, proiezione di materiali fotografici e documentali, lettura di passi del diario coevo di Lizzi, da parte di due studentesse del Liceo economico e sociale di Verrès.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.