Relazioni scuola-famiglia, un convegno all’UniVdA

Giovedì 8 settembre, dalle 9.30 alle ore 17.30, il Dipartimento di Scienze umane e sociali dell’Università della Valle d’Aosta organizza una conferenza dal titolo “Relazioni scuola-famiglia: sfide pedagogiche e prospettive di sviluppo”.
L'aula magna dell'Univda

Giovedì 8 settembre, dalle 9.30 alle ore 17.30, il Dipartimento di Scienze umane e sociali dell’Università della Valle d’Aosta organizza una conferenza dal titolo “Relazioni scuola-famiglia: sfide pedagogiche e prospettive di sviluppo”. L’incontro, in programma nell’aula magna dell’Ateneo, in Strada Cappuccini ad Aosta, sarà anche accessibile in diretta streaming dal sito www.univda.it.

La giornata di studi esporrà i risultati del progetto di ricerca di Ateneo 2020-2022 dedicato alle relazioni scuola-famiglia. Oltre agli studiosi coinvolti nel progetto porteranno i loro contributi anche studiosi affermati nel mondo delle scienze pedagogiche, come Nicola Paparella e Angela Perucca.

La relazione scuola-famiglia – si legge in una nota dell’UniVdA – nasce con il processo di scolarizzazione di massa nell’età moderna. Se dapprincipio, tra XVI e XVII secolo, assume una natura prescrittiva, i piani di educazione nazionale dell’illuminismo ridefiniranno la relazione nei termini dialogici che si conserveranno ancora nel pieno del Novecento. Saranno il ’68 e gli anni successivi a definire il rapporto scuola famiglia su basi nuove. La famiglia diventa una componente attiva nella vita scolastica fino ad essere parte attiva, dalla riforma Berlinguer, nella gestione dell’autonomia.

Da questa breve nota storica si può comprendere come l’interlocuzione della scuola con la famiglia costituisca un aspetto centrale della relazione educativa negli apparati formali di educazione ed istruzione. Impostazione, questa, rimarcata con chiarezza anche dai documenti più recenti, nazionali ed internazionali valida tanto nel livello 0-6 anni quanto per gli ordini di scuola successivi.

Come documentato in letteratura, un clima di collaborazione scuola-famiglia produce benefici sui risultati d’apprendimento, sulla motivazione, sulla salute e sul benessere generale delle alunne e degli alunni. Si riconosce, dunque, nel dialogo educativo tra scuola e famiglia un presupposto fondamentale per una proficua azione formativa ed educativa.

Dopo i saluti istituzionali, interverranno Nicola Paparella, Angela Perucca e Teresa Grange. Nel pomeriggio sono invece previsti i contributi di Piero Fossati, Maurizio Piseri, Andrea Bobbio, Marcella Bacigalupi, Sonia Peloso, Chiara Giovinazzo, Adele Martorello e Francescopaolo Romeo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.