T*Danse continua con Gabriella Maiorino e Fabio Ciccalè

Venerdì 6 maggio, T*Danse riempie la Cittadella di musica e movimento con una masterclass di b-boying e floorwork alle 16. Alle 20 la prima regionale di “20-20” di Gabriella Maiorino. A seguire, sempre in prima regionale, “Canto Pop” di e con Fabio Ciccalè. A concludere la serata la replica di “Innesti – un (altro) discorso tra memorie”, già in scena questa sera (giovedì 5 maggio).
Gabriella Maiorino TDanse

Venerdì 6 maggio continuano alla Cittadella dei Giovani di Aosta gli appuntamenti di T*Danse – Danse et technologie, diretto da Marco Chenevier e Francesca Fini. La terza giornata dell’edizione 2022 si apre con la masterclassWelcome to Racine De Deux” in Sala Specchi, dalle 16 alle 17.30, condotta dalla compagnia francese Racine De Deux. Fabien Faucil, Colas Lardeau e Jordan Malfoy guideranno gli allievi alla scoperta del loro mondo creativo, in un percorso di esplorazione tra danza e movimento. Gli artisti eseguiranno partiture tra b-boying e floorwork contemporaneo, a partire dai materiali coreografici dello spettacolo “La Petite Porte” (in prima nazionale a T*Danse  sabato 7).

La serata continua, con la prima regionale di “20-20”, alle 20 presso il Teatro della Cittadella. Con coreografia di Gabriella Maiorino, un nome italiano importante della danza internazionale contemporanea, eseguita da Francesca Mazzoni e Matilde Bignamini, e realizzata con il supporto di Associazione Sosta Palmizi. Sulla musica di Giovanni Cavalcoli, un duetto breve che nasce dalla traccia di un duetto precedente, “KUNIKULI”, del 2009. “20-20” indaga quale presenza fisica, quale linguaggio e quali atmosfere ci permettono di abitare lo spazio in modo nuovo – dalla strada, al negozio, al foyer, al teatro – utilizzando solamente due corpi, la loro relazione spaziale, geometrica, coreografica e l’energia cinetica da essi sprigionata. A seguire, sempre in prima regionale, “Canto Pop” di e con Fabio Ciccalè, luci di Danila Blasi: su un tappeto sonoro di musiche e parole, scorrono pietre miliari della canzone italiana, per un carosello di danze ironiche, grottesche e sensuali, che collocano lo stile di Ciccalè a metà strada tra il teatrodanza e l’avanspettacolo. Coreografo, danzatore e performer, Ciccalè ha lavorato con alcune fra le più importanti compagnie di danza italiane.

Alle 18.00 in Caffetteria, il classico “Feedback Aperò”, in cui si dialogherà in presenza degli artisti Davide Valrosso e Irene Russolillo sugli spettacoli andati in scena il giorno precedente, giovedì 5 maggio. Tra questi anche la performance “Innesti – un (altro) discorso tra memorie”, – firmata da Andrea Carlotto (Silent Media Lab), Enrico Montrosset, Alberto Ricca (Bienoise), e con Filippo Pontiggia – in replica nel Cortile della Cittadella alle 22. Il tema dell’appuntamento di venerdì è “In bilico: il dentro e il fuori”. Il pubblico potrà interagire con la performance in tempo reale scansionando un QR CODE (predisposto sul sito) che lo farà collegare con una call di ZOOM appositamente predisposta. Utilizzando la telecamera del proprio smartphone come “uno degli occhi” della performance, il pubblico è invitato a giocare, indagare ed esplorare attivamente e creativamente l’ambiente in cui si trova, in un continuo dialogo su un tema condiviso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.