Chamois, dal Consiglio comunale il “sì” all’accordo per gestire funivia e teleferica

Il ruolo chiave nella gestione del servizio lo avrà la Chamois Servizi Srl, oggetto di futura ristrutturazione organizzativa. “Il Comune ha in mano una lettera di dimissioni dell’attuale amministratore unico Valerio Dell’Amico" spiega il Sindaco.
Chamois
Comuni

Approvata dal Consiglio comunale di Chamois (voto contrario della consigliera di minoranza Giunta) la bozza di accordo di cooperazione tra enti per la gestione dei servizi di trasporto pubblico delle persone e delle merci realizzati mediante teleferica e funivia (linea Buisson-Chamois). La seduta consiliare, convocata per venerdì 11 marzo alle ore 17.00, è iniziata alle 17.30. Sette su undici i consiglieri presenti.

“Avremo la certezza di produrre un servizio che nel tempo avrà effetti migliorativi complessivi” afferma il Sindaco Lorenzo Mario Pucci. È il primo cittadino a illustrare gli elementi fondamentali della bozza di accordo alla quale si è arrivati dopo numerosi incontri con la Regione Valle d’Aosta, che circa un anno fa chiese al Comune il passaggio nella gestione dell’impianto di trasporto pubblico.

Spiega il Sindaco “non si tratta di un contratto, ma di un accordo di cooperazione che coinvolge tre attori: Regione, Comune e Chamois Servizi Srl. L’attività verrà rilasciata dalla Regione al Comune, che a sua volta la rilascerà alla Chamois Servizi”.

L’inizio dell’accordo di cooperazione è fissato per inizio giugno

Durata, accordo sulle risorse e decorrenza dell’accordo. Questi gli elementi fondamentali oggetto di revisione.
La durata dell’accordo sarà di dieci anni più dieci. Le risorse per il funzionamento delle attività da prendere in gestione “sono state adeguate sulla base di un conto economico asseverato ed elaborato da un professionista incaricato”. Il periodo di decorrenza sarà invece da giugno 2022, “compatibilmente con il fermo funivia dal 19 aprile al 2 giugno” per attività di manutenzione. I tecnici tuttavia non escludono che i giorni di fermo possano aumentare. Per il periodo di stop, il trasporto sostitutivo avrà un maggior onere rispetto al contributo erogato dalla Regione. I dettagli sulle risorse saranno approfonditi nel prossimo Consiglio con l’approvazione del bilancio comunale.

Ruolo chiave per la Chamois Servizi Srl alla ricerca di un amministratore unico

Ad avere un ruolo chiave nella gestione del servizio sarà la Chamois Servizi Srl, oggetto di futura “ristrutturazione” organizzativa. “Il Comune ha in mano una lettera di dimissioni dell’attuale amministratore unico Valerio Dell’Amico” confessa il Sindaco. La Chamois Servizi si scinderà in due parti distinte: un ramo funiviario (per funivia e teleferica) e un secondo per tutti gli altri servizi riguardanti lavori, rifiuti e trasporti. “Dovremo assumere un nuovo amministratore unico” prosegue Pucci. Verrà fatto un bando di selezione. Saranno inoltre selezionati con bandi specifici due direttori operativi per entrambi i rami di azienda.

L’iter dell’accordo

Dopo il voto in Consiglio, l’accordo approderà, presumibilmente entro il mese di aprile, in Regione “che andrà a esprimere un parere con una legge ad hoc”. Dopodiché si passerà alla firma dell’accordo, operativo dal mese di giugno 2022.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Comuni
Comuni