La nuova luce della torre di Brissogne

Approvato il progetto definitivo per i lavori di illuminazione della struttura per un totale di spesa di 150mila euro.
La torre di Brissogne
Comuni

La torre di Brissogne brillerà di nuova luce già a partire dalla prossima estate grazie agli interventi di installazione di uno specifico impianto di illuminazione che la renderà visibile da Aosta sino a Saint-Vincent. Finanziata, per un ammontare totale di centocinquanta mila euro, dal “Programma di sviluppo rurale 2014-2022” promosso dal Gal della Valle d’Aosta e indirizzato alla riqualificazione del patrimonio culturale e naturale dei villaggi, l’iniziativa è stata approvata dalla Giunta comunale ed è pronta a decollare.

I lavori

“Dopo l’ottenimento di tale importante contribuzione, abbiamo ora portato a completamento anche l’iter progettuale necessario ad avviare la macchina organizzativa della concreta installazione delle luci – spiega il sindaco di Brissogne, Bruno Menabreaz -. Appaltando l’intervento entro la fine dell’anno, contiamo di poterlo concludere già entro la prossima estate con perfetto tempismo per l’inizio della stagione turistica”.

La torre di Brissogne
La torre di Brissogne

La torre

Unico elemento rimanente dell’antico castello costruito nel XIII secolo dai signori di Quart assieme a parte della muratura esterna, la torre sita in frazione Luin a Brissogne narra di innumerevoli e pressoché sconosciuti passaggi di proprietà di famiglia in famiglia e di un finale crollo datato 1776 al quale tuttavia non è seguita alcune ricostruzione.

“L’idea di questo impianto risale a diversi anni fa ma è stata dovuta mettere in pausa in attesa dei finanziamenti necessari ad abbattere il costo non indifferente di un intervento richiesto anche da parte della popolazione desiderosa di valorizzare uno dei pochi monumenti del comune – conclude Menabreaz -. La torre di Brissogne, illuminata e ben visibile dall’autostrada regionale, rappresenterà una buona pubblicità e una sorta di cartolina per il nostro paese”.

3 risposte

  1. Qualcuno ha detto inquinamento luminoso, risparmio energetico, sostenibilità?

  2. Risparmio energetico? Non sarebbe meglio investire sui danni che provocherà la mancanza di neve e pioggia?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Comuni

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte