Quart si convenziona con Enel per riqualificare l’impianto di illuminazione

I lavori prevedono la riqualificazione degli impianti di illuminazione pubblica con la sostituzione di 1145 apparecchi, aggiornando tutto il parco illuminante a tecnologia Led. Il risparmio energetico stimato per il Comune è di 418 MWh/anno, ovvero il 79% rispetto l’attuale consumo, e di oltre 300 tonnellate di CO2.
Municipio di Quart
Comuni

I lavori sono già cominciati a luglio, per un intervento che prevede la riqualificazione degli impianti di illuminazione pubblica del Comune di Quart grazie alla sostituzione di 1145 apparecchi, aggiornando così tutto il parco illuminante a tecnologia Led.

Il progetto fa parte del contratto Consip Servizio Luce 4 – affidato con l’adesione alla Convenzione Consip spa centrale di committenza nazionale – pensato proprio per Quart e che – spiega una nota – “garantirà l’affidamento della gestione dell’illuminazione pubblica a Enel X Global Retail, la business line globale del Gruppo Enel che opera nell’ambito della fornitura e dell’efficientamento energetico”. Il progetto ha una durata di nove anni.

La trasformazione a Led e l’installazione di quadri telecontrollati “migliorerà la qualità del servizio di pubblica illuminazione, garantendo minori guasti, maggiore tempestività nella risoluzione delle problematiche e una migliore qualità dell’illuminazione urbana. Inoltre, il comune beneficerà di un risparmio energetico pari a 418 MWh/anno, ovvero il 79 per cento sull’attuale consumo, e di oltre 300 tonnellate di COin meno rilasciate nell’atmosfera”, spiegano da Enel.

“Questo progetto è attualmente, per tipologia e volumi economici, il più importante per Enel X in Valle d’Aosta – ha detto Davide Recchia, Head of Smart Lighting and Smart City North West –. Aderire alla convenzione Consip con Enel X significa adeguare gli impianti, migliorare la qualità dell’illuminazione e garantire una procedura certa e rapida per efficientare il parco illuminante. In un periodo di crisi energetica, come quello attuale, la scelta attuata dal comune di Quart costituisce, quindi, la migliore soluzione possibile per efficientare l’illuminazione pubblica”.

Soddisfatto anche Fabrizio Bertholin, sindaco di Quart: “La vetustà della rete di illuminazione pubblica del nostro Comune, in alcuni tratti con più di 40 anni, richiedeva un intervento urgente di manutenzione straordinaria della stessa, anche nell’ottica di contenimento dei costi che, soprattutto con il recente caro energia, gravano sulle le casse comunali rendendo sempre più difficoltosa l’azione amministrativa. La riqualificazione degli impianti che avverrà con la convenzione con Enel X, oltre appunto al risparmio energetico e alla notevole riduzione delle emissioni di CO2 equivalente, permetterà, grazie all’impiego di una specifica App web, una migliore gestione della segnalazione degli eventuali guasti da parte dei cittadini, con uno sgravio dell’attività lavorativa degli uffici comunali”.

L’App per segnalare problemi

Ulteriori informazioni utili alla cittadinanza possono essere reperite sulla homepage del sito web del Comune, mentre ogni segnalazione e richiesta di intervento per guasto o eventuali criticità sugli impianti possono essere comunicate tramite l’App Enel X YoUrban che consente ai cittadini di segnalare eventuali problemi ai sistemi di illuminazione pubblica gestiti da Enel X tramite smartphone.

Il servizio sarà disponibile gratuitamente per tutti i cittadini in versione Android e iOS una volta terminati i lavori di georeferenziazione dei punti luce su mappa satellitare integrata. In alternativa, è disponibile il numero verde 800.90.10.50, attivo tutti i giorni 24 ore su 24, oppure è possibile mandare una mail all’indirizzo sole.segnalazioni@enel.com.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte