Arrestato a Courmayeur il re delle frodi sanitarie americane

Mark Weinberger è stato fermato il 15 dicembre dai carabinieri in Val Ferret, a Courmayeur. Poco prima di andare in carcere, l’uomo ha tentato di suicidarsi ferendosi il collo con un coltellino da alpinismo. Era ricercato dal 2007.
Mark Weinberger
Cronaca
I carabinieri hanno arrestato il re delle frodi sanitarie americane. Sull’uomo pendeva un mandato di cattura internazionale emesso dallo stato dell’Indiana. Mark Weinberger, di 46 anni, è stato fermato ieri 15 dicembre dai carabinieri in Val Ferret, a Courmayeur. Poco prima di andare in carcere, l’uomo ha tentato di suicidarsi ferendosi il collo con un coltellino da alpinismo. E’ stato immediatamente soccorso e trasportato all’ospedale regionale. Non è in pericolo di vita e la prognosi è di 20 giorni.
Mark Weinberger, di professione chirurgo plastico, ricercato dal 2007, è stato fermato poco sopra il rifugio Elena. Da alcuni giorni i carabinieri avevano avuto segnalazioni sulla sua presenza nella zona. Le ricerche, effettuate anche con l'elicottero, avevano permesso di rinvenire alcune tracce e ieri mattina l'americano è stato rintracciato nei pressi del rifugio. L'uomo, che da alcuni giorni viveva in tenda, verosimilmente voleva andare in Svizzera, passando per il col Ferret. Agli investigatori ha dichiarato di "voler fare una vita selvaggia".  Era ricercato per numerosi frodi finanziarie e su di lui pendeva un mandato di cattura internazionale.
Al momento dell’arresto, Weinberger era privo di documenti. Portato in caserma è stato identificato grazie agli accertamenti eseguiti con l'Interpool ed è risultato che nei suoi confronti lo stato dell'Indiana ha emesso un mandato internazionale di cattura. Al medico ha poi chiesto di andare in bagno, e lì, guardato a vista, si è procurato una ferita al collo con un coltellino da alpinismo che aveva nascosto all'interno dell'ano.
Appena soccorso, Weinberger ha chiesto ai sanitari di essere cucito solo dopo la somministrazione di un antibiotico, in quando il coltellino con cui si era ferito era sporco di materia organica.
 Dalle indagini è emerso che aveva affittato all'inizio dell'anno una casa a Courmayeur, ma da agosto non pagava più l'affitto; nell'appartamento i carabinieri hanno trovato oggetti personali, tra cui cellulari e computer. L’americano, invece, avrebbe dichiarato di aver disdetto il contratto d’affitto.

Mark Weinberger aveva fatto perdere le sue tracce dal 2004, quando aveva abbandonato in Grecia (a Mykonos) la moglie Michelle. Era uscito dicendo di andare a correre, invece aveva ritirato i soldi dalla cassaforte del suo yacht personale ed era sparito.  Il medico ha avuto un grande successo professionale ed economico, un tenore di vita veramente lussuoso fino al giugno del 2004, quando aveva avuto i primi problemi a seguito di una diagnosi sbagliata. Nei mesi successivi altre 300 denunce erano state presentate contro di lui per presunte negligenze mediche. Complessivamente la magistratura statunitense gli contesta 22 frodi sanitarie. Da quel momento era iniziata la sua latitanza in giro per mezzo mondo. La sua fuga si è interrotta ai piedi del Monte Bianco. Ora, la Corte d’appello di Torino dovrà convalidare l’arresto e poi sarà estradato in America.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca