Cronaca di Christian Diémoz |

Ultima modifica: 9 Aprile 2021 9:45

Cervo ucciso da laccio metallico, denunciato un uomo

Aosta - Il Corpo forestale della Valle d'Aosta, conclusi alcuni accertamenti, ha individuato la persona che ritiene responsabile dell'atto di bracconaggio, avvenuto negli scorsi giorni, sulla collina di Aosta, dove l'animale era stato trovato senza vita.

Auto del Corpo ForestaleAuto del Corpo Forestale

Effettuati alcuni accertamenti, il Corpo forestale della Valle d’Aosta ha denunciato un uomo, ritenendolo responsabile di un atto di bracconaggio avvenuto negli scorsi giorni. L’intervento degli agenti era scattato in località Lin Blanc, sulla collina di Aosta, dopo la segnalazione di un un cervo trovato senza vita.

L’animale, di età adulta, risultava morto per asfissia, strangolato da un laccio metallico “a strozzo”, usato per confezionare una trappola. Proprio da questo dettaglio, gli agenti della stazione forestale di Aosta sono arrivati al presunto responsabile, un uomo del luogo, segnalato all’autorità giudiziaria per la violazione della legge sulla caccia e maltrattamento di animali.

A quanto verificato dai forestali, l’uomo non risulta titolare di licenza di caccia (il cervo è una specie di cui, pur con opportuna regolamentazione, è permesso l’abbattimento in Valle), né è noto alle forze dell’ordine per episodi pregressi riguardanti il bracconaggio.

Iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Non daremo mai i tuoi dati a terzi e ti promettiamo che non ti disturberemo inutilmente e che non ti faremo mai perdere tempo.


Puoi cancellarti in ogni momento da questa lista, cliccando nel link che trovi al fondo di ogni mail che ti inviamo. Per avere tutte le informazioni a proposito della nostra "policy" in termini di privacy, puoi andare sul nostro sito www.aostasera.it

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing: significa che è lo strumento con cui ti mandiamo le mail. Cliccando qui sotto su "Mi iscrivo", confermi di essere al corrente del fatto che gestiremo le informazioni che ci hai lasciato qui attraverso Mailchimp. Se voi scoprire di più sulla Privacy Policy di Mailchimp, clicca qui

Commenta questo articolo