Consulta per le pari opportunità e consigliera di parità intervengono su vicenda Ruby

La Consulta regionale per le pari opportunità e la Consigliera di parità della Valle d'Aosta manifestano la loro riprovazione per alcune recenti esternazioni di personalità pubbliche lette sugli organi di stampa con riferimento alla vicenda Ruby.
Nadia Savoini
Cronaca

La Consulta regionale per le pari opportunità e la Consigliera regionale di parità della Valle d’Aosta in una nota manifestano la loro riprovazione per alcune recenti esternazioni di personalità pubbliche lette sugli organi di stampa con riferimento alla ormai nota vicenda Ruby. “Senza entrare nel merito della questione – che sarà valutata dagli organi competenti nelle sedi appropriate – la Consulta e la Consigliera di parità intendono esprimere il loro biasimo nei confronti di tutti coloro che, con un atteggiamento misogino e omofobico, dimostrano di avere una visione del mondo femminile e del mondo omosessuale che non fa onore a chi dovrebbe rappresentare le istituzioni di un Paese fondatore della Comunità europea, e che pertanto ha il dovere morale di combattere ogni discriminazione, comprese quella sessuale e per l’orientamento sessuale.”   

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte