Dramma a Cogne, tredicenne finisce fuori pista sciando e muore

Secondo una prima ricostruzione dell’accaduto, la vittima – una 13enne francese – ha riportato un violento trauma urtando un albero in una zona a margine della pista in cui stava sciando. Sui fatti indaga il Sagf di Entrèves.
Elisoccorso
Cronaca

Il pomeriggio sugli sci a Cogne. Risate ed emozioni con il Gran Paradiso sullo sfondo e poi, quando l’orologio segna circa le 16.30, una delle ultime discese del giorno, su una pista di sci alpino del comprensorio, la numero due. Ad un certo punto, la sorella e il maestro di sci che erano assieme alla piccola sciatrice, una tredicenne francese in Valle con la famiglia per una vacanza, si voltano. Non la vedono più e lei non arriva. Scatta l’allarme. È l’inizio del dramma, che diventa tale con l’individuazione del corpo incosciente della bambina in un pendio impervio, a margine della zona in cui stava sciando. Sul posto arriva l’elicottero del Soccorso Alpino Valdostano, ma il medico non può fare altro che constatare il decesso.

La famiglia era alla fine della pista ad attendere il rientro delle figlie. Con la tredicenne c’erano la sorella un maestro, che gli uomini del soccorso alpino della Guarda di Finanza di Entrèves – impegnati nelle indagini sull’accaduto – stanno sentendo. La prima ricostruzione dell’accaduto è che la bimba – che risultava indossare il casco – abbia perso il controllo degli sci, cadendo e finendo fuori pista, in un’area scoscesa dove le è stato fatale il violento trauma riportato urtando un albero. Il corpo è stato recuperato e trasportato nella camera mortuaria del cimitero di Cogne. Ai familiari della piccola è stato affiancato il supporto del Nucleo psicologi dell’emergenza.

Il primo riscontro compiuto dal medico legale ha confermato il decesso per un evento politraumatico, ma il cadavere resta a disposizione dell’autorità giudiziaria, che potrà disporre nelle prossime ore l’effettuazione di un’autopsia. Nel frattempo, continuerà da parte dei finanzieri la raccolta di elementi sull’accaduto, destinati a confluire nella relazione da depositare in Procura. All’attenzione dei militari, che hanno già realizzato documentazione fotografica ed effettueranno ulteriori sopralluoghi, ci sono cause e dinamica dell’incidente, ma anche i profili delle figure professionali coinvolte nella gestione della lezione di sci e degli impianti.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca
Cronaca