Formaggio spacciato per Fontina, due piemontesi condannati

Grazia Vigna Lasina, 57 anni, e un suo collaboratore, Aldo Autino, 64 anni, entrambi di Quincinetto, sono stati condannati a 900 euro di multa ciascuno.
Tribunale di Aosta
Cronaca

Per tentata frode nell’esercizio del commercio e violazione della disciplina igienica della vendita di sostanza alimentari una venditrice ambulante, Grazia Vigna Lasina, 57 anni, e un suo collaboratore, Aldo Autino, 64 anni, entrambi di Quincinetto, sono stati condannati a 900 euro di multa ciascuno. Sono stati invece assolti dal giudice monocratico di Aosta Marco Tornatore dall’accusa di abuso edilizio. Il pm aveva chiesto quattro mesi di reclusione per lei e tre mesi per lui. 

Le indagini del corpo forestale valdostano risalgono all’estate del 2015, quando i due avevano sistemato un chiosco ambulante per la vendita di prodotti tipici ad Antey-Saint-André. Secondo gli investigatori salumi e formaggi erano esposti a temperature elevate. Inoltre l’assenza di acqua corrente e di protezioni dagli insetti causavano scarse condizioni igieniche. Inoltre alcune forme di forme di formaggio valdostano erano "spacciate – almeno come prezzo – per Fontina Dop".

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca
Cronaca
Cronaca