Il pensionato ferito nell’esplosione della sua abitazione non ce l’ha fatta

Non ce l'ha fatta Luigi Rancet, di 84 anni di Quart, rimasto ferito lo scorso 8 luglio nell'esplosione della sua abitazione in località Combe a Quart. Il pensionato è morto ieri, venerdì 31 luglio, nel reparto di rianimazione.
Quel che rimane della casa dopo l'esplosione
Cronaca
Non ce l'ha fatta Luigi Rancet, di 84 anni di Quart, rimasto ferito lo scorso 8 luglio nell'esplosione della sua abitazione in località Combe a Quart. Il pensionato è morto ieri, venerdì 31 luglio, nel reparto di rianimazione.

Erano circa le 5,55 del mattino, quando la palazzina a due piani, dove vivevano i coniugi Rancet, è esplosa a causa di una fuga dei gas. Anche la moglie, Giuseppina Artaz, di 77 anni era rimasta ferita.

Giuseppina Artaz era stata immediatamente estratta dalle macerie. La donna era ancora a letto, ed era stato proprio il materasso a attutire l’urto. Il marito, invece, era stato estratto dai calcinacci circa due ore e mezzo dopo. L’uomo, ex operaio della Cogne Acciai Speciali e appartenente al gruppo ex combattenti, era stato ritrovato sotto il tavolo della cucina. Da subito le sue condizioni erano parse gravi.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca
Cronaca

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte