Il volontariato di protezione civile in prima linea nell’emergenza neve

Sono circa 70 i volontari che dalla scorsa settimana sono impegnati su vari fronti nei comuni della Valle d'Aosta maggiormente colpiti dalla maxi nevicata. Mentre la situazione torna pian piano alla normalità le attività di aiuto non si fermano.
I volontari della Protezione civile
Cronaca
Nell’emergenza dovuta alle eccezionali nevicate dei giorni scorsi è impegnato in prima linea anche il volontariato di protezione civile della Valle d’Aosta con circa 70 appartenenti alle otto associazioni di volontariato di protezione civile sparse sul territorio.
L’allertamento per il personale volontario è arrivato già lunedì scorso ma l’impiego è stato possibile solo da giovedì quando il miglioramento delle condizioni meteo ha consentito ai soccorsi il raggiungimento dei comuni isolati. Diversi gli impieghi dei volontari: da mercoledì scorso uno psicologo volontario ha raggiunto uno dei comuni isolati.
Giovedì alcune unità sono state impiegate per trasportare con i pulmini persone evacuate da Cogne dal luogo di atterraggio degli elicotteri ad Aosta e alcuni volontari sono stati trasportati in elicottero nei comuni di Cogne, Valsavarenche, Rhemes N.D. e Rhemes St Georges con il compito di raccogliere le esigenze della popolazione.
Venerdì, sabato e domenica i volontari sono stati trasportati, sempre in elicottero, a Valsavarenche dove sono stati impegnati in operazioni di pulizia di locali invasi dalla neve o stradine di accesso a frazioni isolate. Da giovedì, inoltre, alcuni volontari sono impegnati con i magazzinieri della Direzione Protezione Civile nella preparazione di materiali che vengono poi trasportati in elicottero nei comuni isolati.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca
Cronaca
Cronaca