Cronaca di Christian Diémoz |

Ultima modifica: 6 Novembre 2020 14:17

Imbrattamenti, dopo l’Ansa presa di mira anche la “Vallée Notizie”

Aosta - I giornalisti del settimanale, al ritorno al lavoro nella mattinata di oggi, venerdì 6 novembre, hanno trovato sulla vetrata della redazione una “V cerchiata”, in colore rosso. Lo stesso simbolo tracciato sulla targa dell'agenzia la notte prima.

La sede de La Vallée Notizie imbrattataLa sede de La Vallée Notizie imbrattata

Nuovo imbrattamento ai danni di una testata giornalistica valdostana. Al ritorno al lavoro nella mattinata di oggi, venerdì 6 novembre, i colleghi del settimanale “La Vallée Notizie” hanno trovato sulla vetrata della loro redazione, in regione Borgnalle ad Aosta, una “V cerchiata”, in colore rosso. Si tratta dello stesso simbolo che ignoti, nella notte tra mercoledì 4 e giovedì 5, hanno tracciato sulla targa della sede Ansa del capoluogo.

Anche su questo nuovo episodio si concentra l’attenzione della Digos della Questura, dalle investigazioni già avviate su quello precedente, che ha compiuto in mattinata un sopralluogo sul posto, acquisendo le immagini del sistema di videosorveglianza interno. Il simbolo è ricondotto, come origine, all’area anarchica (lanciato dal film “V per Vendetta”, in cui simboleggia la lotta ai “poteri forti”), ma negli ultimi tempi è stato “preso a prestito” anche dalla galassia neofascista.

“Non ci facciamo intimidire da queste azioni – commenta Paolo Maccari l’editore del settimanale La Vallée Notizie – e domani, nonostante il lockdown saremo regolarmente in edicola per informare i valdostani”.

Su quanto accaduto ha espresso solidarietà e vicinanza all’Agenzia Ansa e a La Vallée Notizie il Consiglio dell’Ordine dei giornalisti della Valle d’Aosta. “Un gesto, lo definisce l’organo di “autogoverno” della categoria, di “estrema gravità, che ci porta a riflettere sull’importanza del diritto e dovere di informare, soprattutto in un momento storico che richiede massima attenzione all’informazione corretta e autorevole”.

Il Consiglio dell’Ordine fa “appello ai cittadini a difendere, con forza e con convinzione, la libertà di espressione e di stampa, patrimonio e bene di tutti”.

 

Iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Non daremo mai i tuoi dati a terzi e ti promettiamo che non ti disturberemo inutilmente e che non ti faremo mai perdere tempo.


Puoi cancellarti in ogni momento da questa lista, cliccando nel link che trovi al fondo di ogni mail che ti inviamo. Per avere tutte le informazioni a proposito della nostra "policy" in termini di privacy, puoi andare sul nostro sito www.aostasera.it

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing: significa che è lo strumento con cui ti mandiamo le mail. Cliccando qui sotto su "Mi iscrivo", confermi di essere al corrente del fatto che gestiremo le informazioni che ci hai lasciato qui attraverso Mailchimp. Se voi scoprire di più sulla Privacy Policy di Mailchimp, clicca qui

Commenta questo articolo