Immigrazione clandestina, arrestati sei “trafficanti di vite”

Nell’operazione “Connecting Europe”, condotta dalla Squadra Mobile della Questura di Aosta e coordinata dalla Dda di Torino, finiti in manette i vertici di “un’articolata organizzazione criminale”, con “proiezioni internazionali”.
Un arresto per favoreggiamento al Monte Bianco.
Cronaca

Sei persone, di nazionalità irachena, sono finite in carcere nell’operazione “Connecting Europe” della Polizia di Stato. Gli arrestati sono ritenuti – fanno sapere dalla Questura di Aosta, che ha condotto l’attività investigativa attraverso la Squadra Mobile, e sotto il coordinamento della Direzione Distrettuale Antimafia di Torino – il vertice di “un’articolata organizzazione criminale, dedita al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina con proiezioni internazionali”.

I dettagli dell’operazione saranno illustrati nel corso di una conferenza stampa che si terrà in mattinata in Questura.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca
Cronaca

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte