Cronaca di Christian Diémoz |

Ultima modifica: 1 Aprile 2020 17:00

Inchiesta sulle strutture per anziani, accertamenti affidati ai Nas

Aosta - Il pm Pizzato ha chiesto ai Carabinieri del Nucleo Antisofisticazioni di prelevare la documentazione sugli ospiti morti nella struttura aostana e di cercare riscontri alle segnalazioni di lavoratori e familiari degli anziani.

Carabinieri NAS

Sono i Carabinieri del Nucleo Antisofisticazioni ad essere stati delegati dalla Procura di Aosta a procedere agli accertamenti nell’ambito del fascicolo aperto sull’emergenza sanitaria al “Refuge Père Laurent”, dove nelle ultime settimane si sono registrati quindici decessi di anziani ospiti, e nelle strutture per anziani del resto del territorio regionale.

Nella mattinata di oggi, mercoledì 1° aprile, il pm Francesco Pizzato, titolare del fascicolo (che, al momento, è un “modello 45”, senza ipotesi di reato, né indagati), ha disposto che i militari prelevino la documentazione sanitaria, compresa quella di carattere clinico oltre a cercare riscontri alle circostanze segnalate sia da alcuni lavoratori, sia dai familiari degli anziani. A farsi carico di un esposto sulla mancanza di forniture al personale nelle microcomunità erano state anche le organizzazioni sindacali.

Visto il momento di diffusione del Coronavirus, in questa prima fase delle attività d’indagine non saranno sentite le persone informate sui fatti (come i dipendenti). Il fascicolo è stato aperto d’ufficio dall’ufficio diretto dal Procuratore capo Paolo Fortuna.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>