Cronaca di Christian Diémoz |

Ultima modifica: 20 Ottobre 2020 10:48

Arrestato il 36enne che ha accoltellato il compagno della ex: tentato omicidio

Aosta - Le manette sono scattate dopo che l’aggressore era stato bloccato, in mattinata, in flagranza di reato a Saint-Christophe. Sentiti, dalla Polizia, vari testimoni. Restano gravi le condizioni della vittima, un 55enne svizzero.

Sopralluogo scientificaIl sopralluogo della Polizia scientifica

È stato condotto in Questura ed arrestato, dopo le medicazioni in ospedale per le ferite riportate alle mani, il 36enne colombiano residente a Busto Arsizio (Varese) che nella mattinata di oggi, lunedì 19 ottobre, ha accoltellato un 55enne svizzero nel parcheggio degli uffici dell’Assessorato regionale alle Politiche sociali, in rue de la Maladière, a Saint-Christophe. Gli uomini della Polizia di Stato hanno chiuso da poco gli accertamenti (sentendo anche gli ultimi testimoni): l’accusa nei confronti dell’aggressore è il tentato omicidio.

Le condizioni della vittima restano gravi. Arrivato al “Parini” in ambulanza, il ferito è stato sottoposto ad intervento chirurgico, per le diverse lesioni cagionate dai 6/7 fendenti che l’hanno raggiunto al torace e all’addome. Tutto è accaduto attorno alle 10.30. A quanto si è appreso, l’aggressore aveva appuntamento con la ex moglie 30enne nella struttura, per una questione di affido familiare. Lei, già entrata negli uffici, aveva raggiunto il luogo con il nuovo compagno, rimasto ad attenderla in auto nel parcheggio.

È lì che il sudamericano, arrivando, lo ha notato. Tra i due è sorto un battibecco, passato nel giro di poco dagli insulti alle vie di fatto: il 36enne ha estratto un coltello e colpito l’altro uomo, cercando poi di fuggire. Due agenti in borghese, presenti in zona, lo hanno rincorso e fermato praticamente in flagranza di reato, vicino alla rotonda che collega la strada ad alcuni supermercati e negozi. Per il ferito è scattato il trasporto al “Parini”, dov’è stato inizialmente portato anche l’aggressore, visto che colpendo si era procurato dei tagli alle mani.

Nel parcheggio, la Polizia scientifica ha compiuto un sopralluogo, compiendo i rilievi della scena. Hanno poi preso il via le indagini sull’uomo bloccato dai poliziotti e sulla vicenda familiare per cui oggi si era spostato dalla Lombardia alla Valle, nonché la raccolta delle testimonianze disponibili, tra le quali quella della ex moglie. Attività le cui risultanze sono confluite negli atti di arresto del sudamericano formalizzati negli uffici di corso Battaglione. Dell’accaduto è stato tenuto informato anche il pm in turno in Procura, Francesco Pizzato.

Iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Non daremo mai i tuoi dati a terzi e ti promettiamo che non ti disturberemo inutilmente e che non ti faremo mai perdere tempo.


Puoi cancellarti in ogni momento da questa lista, cliccando nel link che trovi al fondo di ogni mail che ti inviamo. Per avere tutte le informazioni a proposito della nostra "policy" in termini di privacy, puoi andare sul nostro sito www.aostasera.it

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing: significa che è lo strumento con cui ti mandiamo le mail. Cliccando qui sotto su "Mi iscrivo", confermi di essere al corrente del fatto che gestiremo le informazioni che ci hai lasciato qui attraverso Mailchimp. Se voi scoprire di più sulla Privacy Policy di Mailchimp, clicca qui

3 commenti su “Arrestato il 36enne che ha accoltellato il compagno della ex: tentato omicidio”

Commenta questo articolo