Maltrattamenti, lesioni e violenza: pregiudicato condannato

Ad un 35enne residente ad Aosta, il gip Paladino ha inflitto quattro anni di carcere. L’uomo era stato arrestato nello scorso settembre dai Carabinieri, dopo l’aggressione ad una 37enne con delle forbici.
Aula tribunale, Tribunale, udienza, giudizio, processo
Cronaca

Quattro anni di carcere sono la pena a cui il gip Davide Paladino ha condannato oggi, lunedì 17 dicembre, un pregiudicato trentacinquenne residente ad Aosta, chiamato a rispondere delle accuse di porto d’armi, maltrattamenti in famiglia, lesioni e violenza sessuale nei confronti di una trentasettenne del capoluogo regionale. L’uomo era stato arrestato lo scorso 23 settembre dai Carabinieri e si trova ancora in carcere.

I militari erano intervenuti in un’abitazione, con il supporto di una “Volante” della Questura e della Polizia locale, a seguito di una chiamata per l’aggressione ad una donna con delle forbici. La vittima, malgrado i tagli visibili, aveva affermato di rifiutare le cure mediche. Sentendola, tuttavia, i Carabinieri della Compagnia di Aosta erano arrivati a ricostruire “un quadro di violenza domestica”, iniziato tempo prima, “fatto di continue liti e aggressioni mai denunciate per paura di ritorsioni”.

Ai polsi del 35enne erano quindi scattate le manette. L’imputato – ritenuto responsabile delle ferite alla mano destra (la prognosi era stata poi valutata, nei controlli in Pronto soccorso, in 10 giorni), di averle indotto “uno stato di tensione e assoggettamento”, nonché di aver usato violenza sessuale in un’occasione (carpendole un’effusione) – ha chiesto di essere giudicato con rito abbreviato. L’accusa era rappresentata dal pm Carlo Introvigne.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca
Cronaca
Cronaca