Nuova Università, la Corte dei Conti “preoccupata” per i ritardi

La sezione regionale di controllo nella relazione sul bilancio consolidato 2017 punta i riflettori sulla Nuova Università. "Opera che tarda a venire alla luce"
Aosta, la Nuova Università
Cronaca

I ritardi “che connotano la realizzazione” della Nuova Università valdostana “preoccupano” la sezione regionale di controllo della Corte dei Conti. Nella relazione al Consiglio regionale sul rendiconto generale e sul bilancio consolidato della Regione per il 2017 si ricorda come l’opera doveva esser ultimata nel novembre 2018 ma, “a seguito di numerose varianti, risulta essere un’opera che tarda a vedere la luce”.

La relazione dedica alla Nuova Università un approfondimento.  In particolare la sezione rileva come “l’assenza di stanziamenti e impegni nel 2019” nel bilancio di previsione 2017 “lasciava intendere il compimento dell’opera nel 2018, compimento in allora confermato dalla Regione con istruttoria del 22 febbraio 2018”. Nel rendiconto 2017 sono stati iscritti impegni e pagamenti per 9.613.851 euro.

Nell’ottobre scorso l’Amministrazione regionale ha dato il via libera alla sesta perizia di variante e suppletiva del 1° lotto del polo universitario della Valle d’Aosta, autorizzando la società Nuv all’utilizzo delle risorse disponibili sulle somme a disposizione e sul ribasso d’asta”.  Quest’ultima variante, in base ai chiarimenti forniti dall’Amministrazione regionale alla Sezione, dovrebbe portare “una possibile ulteriore proroga al 20 marzo 2019″.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca
Cronaca