“Raid vandalico” nella notte ad Aosta: sfondati i vetri di almeno otto auto

È accaduto nella zona tra piazza della Repubblica e corso Battaglione. Una Volante è intervenuta sul posto attorno alle 2 di oggi, martedì 18 agosto, riscontrando i danni. Indagini della Squadra Mobile in corso.
parabrezza rotto - Foto da Facebook
Cronaca

Amara sorpresa, al risveglio, per i proprietari di diverse vetture, che avevano parcheggiato nella zona di Aosta tra piazza della Repubblica e corso Battaglione. Stamattina, al momento di riprenderle per spostarsi, se le sono trovate con i parabrezza, o i finestrini laterali, sfondati a mazzate.

Del “raid vandalico” la Polizia ha avuto contezza attorno alle 2 del mattino di oggi, martedì 18 agosto. Al 112 è giunta la chiamata di un cittadino, probabilmente insospettito dai rumori che provenivano dalla strada. Una volante è accorsa sul posto, riscontrando almeno otto macchine danneggiate, alcune delle quali di turisti in vacanza in Valle. Dell’autore non c’era più traccia.

Tutte presentavano lo stesso tipo di danneggiamento. Con tutta evidenza, come si evince anche dalle foto postate su Facebook da un’automobilista, ad essere utilizzata per colpire è stata una mazza, od un oggetto comunque di forma allungata. Tre denunce, stamane, sono già state ricevute dalla Questura e le indagini per individuare il responsabile sono in corso da parte della Squadra mobile.

Gli inquirenti procedono anche visionando i filmati delle telecamere di videosorveglianza del centro cittadino, presenti in particolare nell’area di piazza della Repubblica. Impossibile, nel mentre, non aderire all’interrogativo rilanciato dal post della sconsolata proprietaria: “Che problemi hanno quelli che si mettono a distruggere macchine così con una mazza, tanto per?”.

0 risposte

  1. Non ci posso credere…ma a che punto di paranoia si sta arrivando? speriamo che le telecamere riescano almeno a beccarli

  2. Ieri notte fino alle 1:00 i gentili clienti del raffinato caffè Saint Anselme hanno rotto le palle a chi come me la mattina deve alzarsi per andare a lavorare. Urla, cori da stadio, lanci di oggetti, calci contro le saracinesche dei negozi.
    Tutto è permesso nel magico mondo dei dehors di Aosta, ben oltre l’orario di chiusura e naturalmente in spregio alle norme anti-covid. Mi immagino che l’allegra compagnia di intellettuali si sia poi spostata verso piazza della repubblica e abbia festeggiato cosi’ l’allegra serata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca
Cronaca
Cronaca